fbpx
Sport

Tutto su Bari-Catania

Nemmeno il tempo di smaltire la cocente delusione per la sconfitta interna contro il Frosinone che ha portato al tardivo allontanamento del preparatore atletico Ventrone, che i rossazzurri sono chiamati nuovamente a scendere in campo. E’, infatti, già vigilia di Bari-Catania che si disputerà domani sera alle ore 20,30 allo Stadio San Nicola. Nonostante la notevole voglia di riscatto che, c’è da scommettere, i calciatori etnei nutrono in seguito alle contestazioni subite nel corso dell’ultimo match, il turno infrasettimanale cade nel momento peggiore per i rossazzurri che si trovano decimati da infortuni e squalifiche. Non saranno della gara Gonzalo Escalante, Riccardo Maniero e Raffaele Schiavi appiedati dal giudice sportivo per un turno. Come prevedibile non sono stati convocati Martinho e Coppola usciti malconci nell’ultimo match interno contro il Frosinone, ancora incerti i tempi di recupero dei due calciatori. Assente pure Calaiò che si metterà a disposizione del proprio tecnico per la partita di sabato contro lo Spezia. per la prossima partita 21 i Rossazzurri convocati dal tecnico Marcolin, la novità è rappresentata da Lorenzo Del Prete alla sua prima chiamata in maglia rossazzurra.

CONVOCATI

Portieri

12 Ficara, 1 Gillet, 22 Terracciano.

Difensori

24 Capuano, 45 Ceccarelli, 18 Del Prete, 2 Lovric, 43 Mazzotta, 28 Parisi, 15 Sauro.

Centrocampisti

19 Castro, 20 Chrapek, 27 Jankovic, 39 Odjer, 25 Piermarteri, 21 Rinaudo, 44 Sciaudone.

Attaccanti

14 Barisic, 30 Di Grazia, 10 Rosina, 34 Rossetti.

Molta attenzione dovranno porre gli etnei ai cartellini gialli. E’, infatti, folta la lista dei diffidati che comprende Emanuele Calaiò, Lucas Castro, Norbert Gyomber, Moses Odjer, Fabian Rinaudo, Alessandro Rosina e Daniele Sciaudone.

QUI BARI

Momento molto positivo per i Galletti di mister Nicola, che nelle ultime tre partite hanno conquistato due vittorie consecutive contro Lanciano e Modena, piegandosi solo al sorprendente Vicenza dei miracoli di Pasquale Marino che sta letteralmente volando in classifica. Fondamentali per la rinascita pugliese sono stati gli innesti dal mercato di gennaio di Schiattarella, Ebagua e dell’ex rossazzurro Boateng, autore del gol partita a Modena. I playoff, adesso sono distanti soltanto 3 punti e la sfida con il Catania, mai vittorioso in trasferta, rappresenta un’occasione ghiotta per l’aggancio. Il tecnico pugliese dovrà reinventare la difesa per la squalifica dei due centrali difensivi Rinaudo e Contini, probabile l’impiego di Benedetti e Rada, rientrerà Schiattarella. A centrocampo sono sicuri del posto Romizi, Bellomo e Donati.Tra le freccie a disposizione di Nicola, lo sgusciante De Luca, autore di sei reti e 3 assist decisivi in 25 gare(cercato con insistenza dal Catania), i nuovi arrivati che si sono subito ambientati Ebagua e Boateng, oltre ai galletti di lungo corso Caputo e Galano

QUI CATANIA

Situazione completamente opposta in casa Catania. L’incredibile k.o. interno dei rossazzurri contro il Frosinone ha gettato nello sconforto l’intero ambiente, che ha contestato apertamente la società. L’assenza di parecchi calciatori per la sfida di Bari non fa altro che aggravare una situazione divenuta ormai imbarazzante per la società del presidente Pulvirenti, che settimana dopo settimana è sprofondata fino a toccare il fondo della classifica. Per la difficile trasferta di Bari, il tecnico Marcolin dovrà ricorrere a una formazione di emergenza vista la contemporanea assenza dei due attaccanti titolari Maniero-Calaiò. Scenderà in campo da titolare sicuramente Barisic, come anticipato dallo stesso tecnico nel corso della conferenza stampa post Frosinone, al suo fianco Castro. Marcolin medita il cambio modulo, magari coprendosi maggiormente con un centrocampo più muscolare che vedrà probabilmente l’arretramento di Rosina sulla linea mediana. Nel reparto arretrato, Capuano con ogni probabilità sostituirà al centro della difesa Schiavi squalificato. Ojer potrebbe sostituire Coppola accanto a Rinaudo e Sciaudone. I tifosi rossazzurri fanno gli scongiuri, ma la trasferta di Bari, non rappresenta di certo l’occasione più semplice per cancellare lo zero dalla casella vittorie in trasferta. Sarà una partita dal sapore speciale per Daniele Sciaudone, arrivato a gennaio proprio dalla compagine pugliese.

PRECEDENTI

Sono 25 i precedenti allo stadio San Nicola tra Bari e Catania. I galletti si sono imposti  per 10 volte contro le 6 degli etnei, 9 sono i pareggi. L’ultima vittoria, firmata dalle reti di Mascara e Cesar, in terra pugliese risale alla stagione 2005/2006 culminata con la promozione in serie A.

ARBITRO

L’arbitro dell’incontro sarà il signor Renzo Candussio, della sezione A.I.A. di Cervignano. Con lui gli assistenti Stefano Bellutti (Trento) e Lorenzo Gori (Arezzo). Quarto ufficiale il signor Paolo Formato, della sezione di Benevento, mentre l’osservatore arbitrale sarà Luigi Semeraro (Taranto).

Curiosa coincidenza, Candussio arbitrò la gara d’andata persa dai rossazzurri contro i galletti.

 

 

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker