fbpx
LifeStyleModa

Tute, ecco l’outfit del catanese doc

Dall'alta moda, spiegata da Giorgia Tropea, alle classiche per uso sportivo della 'fera o luni'

Tute. Non solo per lo sport ma anche outfit per il tempo libero e l’uscita serale. Ecco i diversi pareri, dall’alta moda locale ai venditori della ‘fera o luni’ per scoprire quali sono le tendenze autunno/inverno 2019 catanese.

Gucci ha portato la tuta in passerella nella stagione autunno/inverno 2019. Ma quali sono le tute più di tendenza a Catania?

«Sicuramente la tuta più di tendenza a Catania riguarda proprio l’ambito sportivo», afferma sicura Giorgia Tropea di Gigi Tropea Concept Store. «Le tute Adidas  comunque vengono rilette in chiave odierna come tuta per uscire  anche la sera abbinata alla scarpa, al tacco, alla pump o ai sandali».

«Chiaramente poi – continua – tutti i vari brand già dall’anno scorso hanno presentato la tuta in versione lusso». Tra i marchi più venduti, oltre Gucci, Giorgia Tropea segnala Msgm, Norma Kamali e Philosophy.

Qual è la differenza nella scelta delle tute tra uomo e donna?

«L’uomo difficilmente usa la tuta per uscirci», afferma Giorgia Tropea. «La tuta abbinata alla giacca è una cosa che si è vista ma non a Catania sicuramente. Magari Milano, Parigi… Sì, ma l’uomo è un po’ più chiuso alle novità e al trasgredire nell’abbigliamento».

«Per quanto riguarda la donna – prosegue – la tuta è vista ormai come capo non solo per lo sport ma anche per uscire, abbinata a dei top da sera e a degli accessori più da uscita serale».

Quali sono i modelli di tute più usati: a gamba larga, sagomate tipo leggins, a gamba a chiusura stretta?

«Siamo ormai in un’epoca in cui si utilizza un po’ tutto per accontentare i gusti di tutti e la fisicità di tutti», prosegue Giorgia Tropea. «Quella in assoluto più usata è quella a gamba larga. C’è una tendenza al pantalone palazzo rivisitati e rivisti in chiave tuta Adidas, quindi sicuramente gamba larga. Vince la gamba larga sulla gamba stretta, perché è di più facile vestibilità».

Sotto le tute: calzino, fantasmino, calza di spugna o senza calza?

«Senza calza assolutamente – afferma con decisione – la tuta va con sandali e piede nudo».

Rapporto qualità prezzo tra i diversi brand?

«In un’epoca in cui si dà sicuramente precedenza ad altre esigenze – afferma Tropea – questo deve essere un giochino che non costi troppo, altrimenti non prende piede», confermando la tendenza degli acquisti ai capi non troppo costosi, anche per la linea activewear.

Da un negozio di grido della Catania bene, alle tute a buon mercato.

In via Teocrito, alla fiera di Catania, il signor Pippo ha la sua bancarella di abbigliamento sportivo e, quindi, pure tute. Le linee di tendenza sulla tuta autunno/inverno 2019 catanese offrono anche la sua interpretazione.

«Un incremento delle vendite sulle tute c’è stato, anche grazie ai prezzi più bassi della fiera rispetto ai negozi», dichiara il signor Pippo mostrando chiaramente un’altra Catania, totalmente diversa rispetto a quella del Corso Italia.

«Il modello sagomato è quello che va per la maggiore. Qua alla fiera la gente cerca questo, anche se – rivela il bancarellista – nel 2019 i modelli più larghi hanno visto un incremento nelle vendite».

«La fiera è in mano alle donne che – afferma il signor Pippo – acquistano di più per sé stesse, anche se la tuta è per il marito. È comunque sempre lei a fare gli acquisti». E sugli abbinamenti aggiunge: «Abbinamenti classici: tinta unita o spezzato col bianco. Venduto bene anche il fiorato». Tra le marche più vendute alla fiera, in testa le tute Adidas e Nike. Seguono Armani, Lotto, Diadora e Givova. Non chiedete: ovviamente se sono originali. C’è chi mente spudoratamente affermando il contrario, mentre altri hanno trovato un modo elegante per dire che sono dei falsi, e candidamente ammettono: «È una produzione parallela». I prezzi più gridati a squarciagola sono 10euro, 20euro, 40euro: «Un affare!», si risponde ridendo.

Due città insomma, che danno una visione ad ampio spettro sulle tute come outfit dello sportivo e del tempo libero, dai modelli, dalle marche e provenienze più diverse.

Tags
Mostra di più

Graziano D'Urso

Musicista, Cantante Lirico - Baritono, Operista e Concertista. Insegnante di musica e Autore di manualistica musicale. Membro nel 2019 del Consiglio di Amministrazione dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "Vincenzo Bellini" di Catania. Premio "Vincenzo Bellini" 2018, Premio "Domenico Danzuso" 2019. Premio "Collina di Polifemo" 2019. Ho studiato Musica e Giurisprudenza a Catania, sono autore di saggi di storia locale, eBook e blog.
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker