fbpx
Primo PianoSanitá

Tubercolosi a Catania. Il caso trattato in biocontenimento

La tubercolosi, nonostante il numero totale di decessi sia in riduzione in tutto il mondo, continua a mietere vittime. Non è questo il caso dell’uomo di 36 anni di origine rumena operato in biocontenimento e tratto perciò in salvo dal dott. Francesco Guarnera, responsabile dell’U.O. di Neurochirurgia del “P.O. Garibaldi Centro”.

Il caso

«L’uomo si è presentato al Pronto Soccorso per un grave danno alla colonna vertebrale di cui si ignorano le cause», racconta il dott. Guarnera. «Nel corso degli accertamenti, dalla radiografia toracica, abbiamo riscontrato la sussistenza di tubercolosi in stato attivo e siamo subito intervenuti».

Il delicato intervento si è svolto senza complicanze e con esito positivo nella camera di biocontenimento, struttura che permette al “P.O. Garibaldi Centro” di essere annoverato tra i principali poli di riferimento nazionali per la gestione delle emergenze infettivologiche.

Tubercolosi: i dati nazionali

Il documento congiunto Ecdc e Oms Europa riconosciuto dal Ministero della SaluteTuberculosis surveillance and monitoring in Europe 2019 conferma che l’Italia è tra i Paesi a bassa incidenza di malattia (<20/100.000).

Nel 2017 sono 3944 i casi di tubercolosi registrati, perciò con un’incidenza nella popolazione di 6,5/100.000 abitanti, in leggero calo rispetto agli ultimi 10 anni.

Dal 2012 al 2016 in Italia il tasso di tubercolosi diagnosticata è diminuito in media del 1,8% per anno.

Dei casi totali notificati nel 2017, 3828 sono casi nuovi non precedentemente trattati.

Nel complesso, il 70,3% dei casi totali ha presentato una tubercolosi polmonare. Sono stati notificati 66 casi di Tb multiresistente (Mdr-Tb, 2,5% del totale dei casi notificati) di cui 5 estremamente multi resistente (Xdt Tb). Il 66,2% dei casi totali registrati si è verificato in persone di origine straniera. Il 12,3% (n=470) dei casi totali incidenti di tubercolosi in Italia avevano una coinfezione Hiv-Tb.

Non solo tubercolosi. La camera di biocontenimento infettivologico per la sicurezza sanitaria

Attivata nel 2015, la camera di biocontenimento infettivologico ad altissima tecnologia del P.O. Garibaldi Centro è classificata come livello 4 e consente di ricoverare e operare, come nel caso dell’uomo rumeno trattato nei giorni scorsi, pazienti infetti che si presentano al Pronto Soccorso.

Una misura di sicurezza sanitaria di cui la città di Catania si doveva necessariamente dotare anche in considerazione delle patologie che potrebbero sbarcare sulle banchine dei porti siciliani insieme ai flussi migratori.

Oggi, grazie anche all’intervento eseguito dal dott. Francesco Guarnera, è possibile accertare il suo funzionamento ed efficacia.

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".
Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.