fbpx
CronachePrimo Piano

TTT lines, nave al quarto giorno di occupazione: “Manco le bestie”

L’ordine di disarmo non è stato rispettato e la rotta da seguire è chiara: “avanti tutta”. Si stanno recando in Prefettura per un presidio e non hanno alcuna intenzione di mollare. Nel frattempo, la nave traghetto Cartour Gamma è ferma al porto di Catania per il suo quarto giorno di occupazione.

Sono circa 200 i lavoratori della New TTT Lines che rischiano il posto di lavoro. O meglio, che non hanno alcuna notizia certa sul proprio futuro. Il panico è scattato dopo la diffusione di un’indiscrezione. “Secondo notizie informali – ci spiega Alessandro Grasso, sindacalista Cgil Filt – la Grimaldi lines starebbe rilevando la tratta marina, sostituendo la nave. E dei 160 marittimi impiegati, pare che ne lascerà fuori 80. È inaccettabile. Manco le bestie”.

All’equipaggio, ai macchinisti e agli assistenti di camera oggi in bilico, vanno poi aggiunti anche i trenta amministrativi e una decina di dipendenti della biglietteria di Catania. La nave traghetto della New TTT Lines naviga tra Catania e Napoli dall’aprile 2015. Di proprietà di una joint venture avviata da Grimaldi e Caronte&Tourist, al 50 per cento, società risultante che si chiamava New TTT Lines, ora potrebbe passare interamente in mano alla Grimaldi.

Da venerdì, sono una cinquantina i lavoratori che hanno occupato l’imbarcazione in assemblea permanente e hanno lasciato cadere nel vuoto l’ordine di disarmo che scadeva ieri. Allo stato attuale, la Capitaneria di Porto ha deciso di non procedere. Oggi, a Roma, è previsto un tavolo sindacale con l’azienda. I lavoratori sentono oscillare sulle proprie teste una spada di Damocle dal nome inquietante: licenziamento. Una parola che, nelle ultime settimane a Catania, sembra diventato un mantra.

 

Mostra di più

Serena Di Stefano

Versatile, volubile e più frizzante della Citrosodina, se fossi un sapore sarei di certo il sale: piacevole solo se a piccole dosi. Orientamento religioso-ideologico-politico-culturale: Pier Paolo Pasolini. Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Editoria e Scrittura, ho fatto due scelte che mi ero detta “non avrei mai compiuto”: tornare a Catania e fare giornalismo. A occhio e croce, il mio vocabolario fatica a legittimare le parole “mai” e “sempre”, per tutto il resto però c’è il “Sinonimi e contrari” sul comodino. Promemoria per la scrittura: scrivere soltanto notizie vere, utili e imparziali. Promemoria per la vita: sorridere e ringraziare.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button