fbpx
Cronache

Trafficava farmaci dopanti per le palestra: arrestato 47enne

L'uomo benché disoccupato è stato trovato in possesso di oltre 11mila euro

Sostanze dopanti da vendere alle palestre: si è interrotto il cospicuo profitto che vedeva coinvolto un 47enne di Tremestieri Etneo, ritenuto responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, commercio utilizzo e somministrazione di farmaci ed altre sostanze al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti, commercio o somministrazione di medicinali guasti, esercizio abusivo della professione sanitaria, ricettazione ed introduzione sul territorio dello stato di specialità medicinali per uso umano privi di autorizzazione.

Nel tardo pomeriggio la pattuglia di militari, mentre stava perlustrando la via Maugeri del comune di Valverde (CT), ha intravisto transitare a bordo di una Vespa una loro vecchia conoscenza, il 47enne appunto. Hanno quindi deciso di imporgli l’alt ma al momento del fermo il soggetto risultava fortemente agitato, la qual cosa ha spinto l’equipaggio ad approfondire la ricerca. Infatti, sotto la sella dello scooter, i militari hanno rinvenuto alcune confezioni di farmaci utilizzati per il doping degli atleti, nonché la somma di 1825 euro della quale l’uomo, tra l’altro disoccupato, non è stato in grado di giustificare la provenienza.

La sagacia dei militari e soprattutto l’ancora persistente stato di emotività dell’uomo, li ha indotti a richiedere ausilio degli altri colleghi al fine di recarsi presso l’abitazione dell’interessato per effettuare una perquisizione.

La ricerca è stata estesa anche ai veicoli ed in particolare, anche su sommessa indicazione dell’interessato, su una BMW X3 all’interno della quale è stata rinvenuta una grande quantità di farmaci tra i quali il nandrolone ed il testosterone, inseriti nella lista delle sostanze e dei metodi proibiti dal Ministero della Salute.

Ad aggravare ancora la posizione del 47enne è stato l’ulteriore e più cospicuo rinvenimento di banconote per 9800 euro, portando così a ben 11625 euro il totale complessivo, somma che unitamente agli altri elementi, gli sono valsi gli arresti domiciliari in attesa delle ulteriori determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button