fbpx
NewsPolitica

Torronai incatenati al Comune

Dopo le proteste di questi giorni, due torronai hanno deciso di incatenarsi al cancelletto interno del Palazzo Comunale. Motivo di questo gesto è il disaccordo con le scelte operate dall’amministrazione su come gestire i posti degli ambulanti. L’assessore Mazzola ha infatti deciso che i torronai saranno ubicati nelle zone limitrofe di Piazza Università, cosa che potrebbe danneggiarli perchè non visibili al pubblico.

Intanto, il Megafono si dichiara vicino ai commercianti

“Mancano pochissimi giorni alla festa più attesa dai Catanesi e la decisione – non certo condivisibile dell’amministrazione comunale e dell’assessorato alle attività produttive – di impedire l’allestimento delle bancarelle di torrone in piazza Università, penalizza una categoria di lavoratori che aspetta proprio queste occasioni per poter guadagnare qualcosa. Per questo motivo non approviamo la scelta dell’assessore Mazzola e siamo vicini ai torronai”.
A dirlo sono gli esponenti del Megafono Daniele Bottino ed Erika Marco, rispettivamente capogruppo e  presidente della commissione Servizi sociali.
“Non possiamo permettere che una tradizione come quella dei torronai vada perduta nè tantomeno possiamo concederci il lusso di non far lavorare delle persone, soprattutto in un momento difficile come questo. Capiamo bene che l’anno scorso era stata già concessa una deroga, ma è pur vero che è passato un anno e nulla è stato fatto e adesso ci ritroviamo alla vigilia della festa con una situazione di stallo e con i torronai giustamente indisposti da tale situazione. Per questo come gruppo del Megafono staremo accanto a questa categoria produttiva, così a tutte le altre, perché l’attenzione da parte delle istituzioni è un dovere civico e morale che noi intendiamo perseguire”, concludono Daniele Bottino ed Erika Marco.
I consiglieri hanno incontrato gli artigiani dopo che gli stessi avendo scritto una mail al presidente Crocetta erano stati ricevuti presso gli uffici di Catania della presidenza della Regione da Giuseppe Caudo, componente dell’ ufficio di Gabinetto del Presidente, che esprimendo tutta la solidarietà del caso ha coinvolto gli amministratori e il gabinetto del Sindaco nella speranza di una soluzione.
Sul caso è intervenuto anche il neo coordinatore della città di Catania, Antonio di Giovanni :
“Spiace apprendere della vicenda dei torronai in piazza Università. In questo momento di crisi del commercio, le istituzioni hanno il dovere di programmare per tempo le strategie e soluzioni da adottare. Ricordo con piacere le corse da bambino verso i torronai di piazza Università, momento di festa e tradizione della nostra città. L’impegno del Megafono nei confronti di questa come di altre categorie non può che essere massimo”
“Per questo ringrazio i nostri amministratori e consiglieri al Comune, unitamente al presidente della prima municipalità, che tanto vicini sono ai problemi della gente.”

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker