fbpx
Cronache

Torna l’ora solare, lancette indietro di un’ora

Puntuale come ogni anno, torna l’appuntamento con l’ora solare.

Nella notte tra il 27 e il 28 ottobre, infatti, alle 03:00 gireremo le lancette un’ora indietro, guadagnando 60 minuti in più di dolce dormire.

I Paesi che aderiscono al cambio di ora.

Come deciso da una direttiva dell’UE approvata nel 1996, tutti i Paesi europei abbandoneranno l’ora legale in favore di quella solare. Ad aderire al cambio d’ora anche altri Stati non appartenenti all’Unione Europea come la Svizzera, la Bosnia Erzegovina e la Serbia, la Norvegia, ma anche l’Ucraina, Israele, il Libano, i Territori Palestinesi, l’Iran e la Giordania seppur con alcune differenze di date. Anche in Marocco, l’unico Paese africano ad aderire al sistema, le lancette sono state portate un’ora indietro.

L’ora solare, invece, non toccherà la Russia, l’Islanda e quasi tutti i paesi del continente asiatico. Nel “Nuovo Continente” sono pochi i Paesi che aderiranno al cambio d’ora: Stati Uniti, Cuba, Canada e alcuni Paesi dei Caraibi. In quelle zone le lancette si muoveranno indietro tra una settimana.

Ora solare: quest’anno potrebbe essere l’ultima volta.

Pare che l’ora solare abbia però i giorni contati. La Commissione Europea, infatti, potrebbe voler mantenere l’ora legale per tutto l’anno, permettendo ad ogni singolo Stato di decidere se aderire o meno alla proposta.

Nel corso di una consultazione pubblica, effettuata tra lo scorso luglio e agosto, è emerso che 84% dei partecipanti, ovvero 4,6 milioni di persone, fosse d’accordo sull’abolizione dell’ora solare. Alcuni, infatti, ritengono che il cambio d’ora scombussoli eccessivamente i ritmi del sonno e che possa persino essere  dannoso per la salute.

La proposta della Commissione, infatti, renderebbe autonomi i Stati in termini di fuso orario.  Al momento però, è solo un’ipotesi che verrà discussa dal Parlamento europeo e dai capi di Stato e di governo all’interno del Consiglio europeo.

EG.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button