fbpx
Cronache

Timbra il cartellino e via con l’amante: assenteismo al comune di Grammichele

Chi a fare la spesa, chi tornava a casa e chi addirittura si abbandonava a fughe d’amore con l’amante. Pittoreschi gli episodi di assenteismo scoperti al Comune di Grammichele che vedono coinvolti 4 dipendenti di 50, 56 e 64 anni accusati di truffa aggravata, false attestazioni o certificazioni della propria presenza in servizio ed interruzione di pubblico servizio.

L’attività investigativa, adesso conclusasi con l’avviso agli interessati della conclusione delle indagini, aveva preso spunto dalle “confidenze” raccolte dai militari in merito a presunti episodi di assenteismo all’interno degli uffici comunali del comune calatino.

In particolare, svolta una preliminare attività ricognitiva i militari si sono avvalsi del supporto degli impianti di videosorveglianza, attuando un’intensa attività di pedinamento che gli hanno consentito di verificare le condotte “atipiche” degli impiegati già individuati.

Due donne, in particolare, giustificando “per servizio” l’uscita dalla propria sede lavorativa erano invece solite, a bordo dell’autovettura di una delle due, preoccuparsi della quotidiana spesa alimentare, ovvero dilungarsi in lunghi caffè con annessa appassionata conversazione o anche quel dipendente che, ancora con la propria macchina, abbandonava l’ufficio per recarsi a casa.

Certamente, però, le “divagazioni” lavorative con le finalità più originali sono sicuramente ad appannaggio di una delle impiegate indagate che, con regolare cadenza, abbandonava la propria sede di servizio per incontrare l’amante.

I due, senza preoccuparsi oltremodo di essere colti in flagranza dai rispettivi coniugi, erano soliti incontrarsi nei pressi della sede dell’ufficio comunale della donna e, quindi, allontanarsi a bordo dell’autovettura dell’uomo.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button