fbpx
Primo PianoUniversità

Test Medicina 2020. Countdown per il 3 settembre

Sessanta domande in 100 minuti attendono i futuri medici ed odontoiatri di tutta Italia. Sono queste le modalità per il test d’ammissione per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico di Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi dentaria, secondo quanto illustrato dal MIUR.

L’esame si svolgerà in presenza negli atenei ma sarà soggetto ad un protocollo di sicurezza reso necessario dall’emergenza epidemiologica.

«Le università -specifica la circolare del ministero- devono assicurare, sia nella fase di accesso ai locali adibiti allo svolgimento delle prove sia nelle fasi successive, il distanziamento fisico e sociale tra i candidati stessi. Ma anche l’adozione, da parte dei candidati e di tutti gli altri soggetti presenti, delle misure igieniche personali e ambientali” adeguate».

Il temutissimo test di Medicina

Si sarebbe dovuto svolgere l’1 settembre, ma il MIUR infine ha fissato il grande giorno per giovedì 3 alle ore 12:00. Per i corsi di laurea in inglese, invece, il test avrà luogo una settimana dopo, il 10 settembre.

«I candidati dovranno essere in possesso di una cultura generale, con particolari attinenze all’ambito letterario, storico-filosofico, sociale ed istituzionale. Importanti capacità di analisi su testi scritti di vario genere e di attitudini al ragionamento logico- matematico. Richieste anche conoscenze su discipline scientifiche come Biologia, Chimica, Fisica e Matematica», si legge ancora nel documento del MIUR.

Sessanta quesiti da svolgere in 100 minuti. Le domande, a scelta multipla, saranno così divise: dodici quesiti di cultura generale, dieci di ragionamento logico,  diciotto di biologia, dodici di chimica e, infine, otto di fisica e matematica. Le iscrizioni partiranno dunque dall’1 luglio e il candidato avrà tempo fino al 23 per iscriversi alle prove di ammissione secondo le modalità prescritte dalle Università che a breve pubblicheranno i bandi.

I criteri di valutazione

Una volta svolte le prove, sarà pubblicata una graduatoria nazionale.

I candidati saranno idonei all’ammissione ai corsi solo se avranno collezionato un punteggio minimo di venti punti, mentre i nomi dei non idonei non compariranno nella graduatoria unica nazionale. Lo studente potrà dunque raggiungere un massimo di novanta punti.

Ecco come saranno valutati i test: 1,5 punti per ogni risposta esatta, meno 0,4 punti per ogni risposta errata e 0 punti per ogni risposta omessa.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker