fbpx
Cronache

Terremoto Santo Stefano, riapre anche l’ultima scuola danneggiata

Anche gli studenti del plesso “Alcide De Gasperi” potranno tornare nella propria scuola, danneggiata a seguito del terremoto di Santo Stefano. Domani, mercoledì 29 maggio, l’edificio scolastico sarà di nuovo agibile.

I lavori di ripristino consentono, adesso, una fruibilità in piena sicurezza della struttura, che con la sua riapertura ha permesso la chiusura del capitolo relativo all’inagibilità delle scuole. Oltre la scuola sopracitata danneggiata, anche altri plessi hanno subito lo stesso destino.

«Siamo felici di poter far rientrare anche l’ultimo gruppo di studenti. – ha dichiarato l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Cristina Orfila – Avevamo già eliminato il problema dei doppi turni con la precedente
riapertura. Problema che aveva afflitto tanto gli studenti, quanto le famiglie e gli studenti. Adesso possiamo dire di aver posto fine a questa parte del problema legato al sisma che coinvolgeva la Pubblica Istruzione».

«È stato rispettato l’impegno di concludere l’iter del ripristino dell’agibilità di questi edifici prima della fine dell’anno scolastico. Questo dimostra che l’impegno paga. Peraltro la struttura di Lavinaio è stata aperta per ultima. Al suo interno gli operai hanno fatto ulteriori lavori rispetto a quelli dei quali si era discusso. Si è deciso di mettere in sicurezza l’intero edificio dopo un attento sopralluogo, con interventi in tutte le aule, approfittando
della chiusura», ha dichiarato il Sindaco, Santo Caruso

«Il tetto – ha continuato il primo cittadino – è stato interamente rivisto. Sia nelle copertura per mezzo delle tegole che nella struttura a sostegno della stessa, con una controsoffittatura in cartongesso armato con struttura calpestabile. Adesso ci stiamo riservando di completare i lavori. A chiusura dell’anno scolastico, con
la tinteggiatura di tutti i locali, approfitteremo dell’assenza dei ragazzi che potrebbero risentire dell’utilizzo delle vernici».

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker