fbpx
Primo PianoSport

Ternana Catania: Liberati ancora amaro per i rossazzurri

Partipilo e Torromino a segno. Ternana Catania termina 2-0. Gara di ritorno il 13 febbraio

Il Catania perde al Liberati una partita fondamentale per la stagione. In campionato Ternana Catania finì 3-2 per i padroni di casa, autori di una rimonta. Camaleontica la squadra di Gallo che abbandona il 3-5-2 dell’ultima partita e schiera con il 4-3-2-1 (l’albero di Natale della Roma di Capello). Lucarelli si affida al 4-2-3-1 con il neo acquisto Salandria subito in campo. L’ex di turno è Dario Bergamelli. Primo tempo piacevole con parecchie occasioni da rete da ambo le parti e con le squadre che si sono equivalse. Nel secondo tempo Partipilo sorprende la difesa etnea per il vantaggio locale. Poi Torromino beffa Martinez con un gra tiro a giro. I cambi di Lucarelli rinvigoriscono il Catania che riesce a pressare bene gli avversari. La Ternana, meglio messa in campo, sfrutta la superiore caratura tecnica e vince meritatamente. Al Massimino, nella gara di ritorno di giorno 13 febbraio, serve una gara di assoluto livello per sperare nella qualificazione. Lurlo

Foto: gentile concessione di Angelo Papa

Ternana Catania: la cronaca primo tempo

Primi minuti caratterizzati da ritmi bassi e parecchie imprecisioni da ambo le parti. I Rossazzurri sono maggiormente incisivi e arrivano al tiro con Rizzo, la cui mira è sbilenca. Al 15′ doppia occasione per la Ternana. Furlan impegna su punizione Martinez, sulla respinta Ferrante spedisce fuori da ottima posizione. Al17′ Torromino prova il tiro da fuori area ma la palla esce di poco. Al 19′, sugli sviluppi di un corner è ancora Ferrante a sfiorare la rete con un colpo di testa. Torromino al 21′ tira a giro e Martinez para con un volo plastico. Il catania risponde 2 minuti dopo con Curcio che di testa spedisce di un soffio al lato. Cresce il Catania ma Esposito si divora il gol. Ostacolato da Mbende tira fuori da meno di un metro dalla porta. Barisic impegna Marcone in una respinta in angolo. Dopo 2 minuti di recupero termina il primo tempo.

Foto: gentile concessione di Angelo Papa

La cronaca secondo tempo

Al 3′ ennesima disattenzione annuale della disastrosa difesa etnea costa il gol. Partipilo appena entrato, viene lasciato solo in area e batte Martinez. Tre minuti dopo lo stesso giocatore della Ternana sfiora il gol con un’azione personale. Il pallone finisce però sul fondo. Lucarelli effettua un doppio cambio: dentro Biondi e Sarno, fuori Manneh e Di Molfetta. Celli porta avanti la palla in solitaria, supera tre rossazzurri e innesca Torromino che da fuori area tira alto. Un minuto dopo Suagher trova Torromino che da dentro area con un tiro a giro sigla il raddoppio. Il Catania reagisce e con Sarno sfiora la rete, ma Celli salva di petto sulla linea. Lucarelli tenta il tutto per tutto. Vicente per Curcio, Mazzarani per Barisic e Biagianti per Salandria la scelta del tecnico etneo. Gallo passa alla difesa a tre con Partipilo e Torromino terminali offensivo. Al 35′ è il turno di Biondi a divorarsi la rete. Da pochi metri l’esterno rossazzurro trova pronto Marcone a bloccare il tiro. a sei minuti dal termine contropiede della Ternana e Partipilo a porta sguarnita sbaglia un gol già fatto.

Negli ultimi minuti il Catania si getta in attacco, ma con poco costrutto.

Il Tabellino di Ternana Catania

TERNANA (4-3-2-1): Marcone; Nesta, Diakitè, Bergamelli, Celli, Defendi, Proietti, Damian; Furlan, Torromino, Ferrante. A disp. di Gallo: Iannarilli, Tozzo, Sini, Mammarella, Suagher, Parodi, Paghera, Palumbo, Marilungo, Partipilo, Niosi, Onesti.

CATANIA (4-2-3-1): Martinez; Calapai, Mbende, Esposito, Pinto; Rizzo, Salandria; Di Molfetta, Curcio, Manneh; Barisic. A disp. di Lucarelli: Furlan, Pino, Marchese, Biagianti, Vicente, Biondi, Distefano, Mazzarani, Sarno.

ARBITRODavide De Santis (Lecce). Assistenti: Davide Moro (Schio) e Alberto Zampese (Bassano del Grappa). Quarto uomo: Michele Di Cairano (Ariano Irpino).

Reti: 3′ st. Partipilo (T); 21 st. Torromino (T);

D.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker