fbpx
NewsPolitica

Terme di Acireale, presto nuovo bando per la gestione

Acireale – «Quello di oggi è un incontro storico». Con queste parole, il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo ha aperto questa mattina, nel salone consiliare del palazzo di città, l’incontro con Alessandro Baccei, assessore regionale all’economia, grazie al cui operato la gestione delle terme di Acireale verrà affidata al comune. Presente all’incontro anche il deputato regionale Nicola D’Agostino.

«Da anni ormai le terme di Acireale rappresentano un peso per la regione in termini economici, che si è fatta carico, dopo la privatizzazione della struttura, dei debiti contratti. L’operazione di privatizzazione è stata un chiaro fallimento: dopo la liquidazione, questi anni di incuria stanno rovinando un patrimonio per noi importantissimo. Al coraggio dimostrato da Baccei nella gestione di questa causa, la città deve rispondere in maniera forte, dimostrando di volere fermamente queste terme» ha dichiarato Nicola D’Agostino.

«Grazie ad un accordo con il governo la regione Sicilia si sta trovando in possibilità di farsi carico di qualche nuova responsabilità, cosa che porterà nuove risorse su tanti fronti» ha esordito Baccei.

Grazie alla manovra fatta, la gestione dello stabilimento termale, che comprende anche l’ex “Grand hotel Excelsior”, verrà affidata inizialmente al comune. Di concerto all’assessorato regionale provvederà ad istituire un bando pubblico per l’assegnazione ad un privato. Successivamente si provvederà a saldare i debiti con i numerosi vecchi creditori, tra cui anche Unicredit

«La situazione delle terme non è semplice» ha continuato Baccei, «per questo motivo abbiamo scelto la soluzione più pratica e veloce, ovvero quella di responsabilizzare il territorio; nessuno, meglio di chi ci vive, conosce le potenzialità di un luogo, non ha senso avere per le mani un patrimonio del genere e non sfruttarlo. La regione non avrà nessun guadagno da questa operazione, se non l’unico che ogni apparato politico dovrebbe volere, lo sviluppo del proprio territorio. Acireale ha una posizione geografica invidiabile, può e deve fare di più per incentivare il suo turismo».

Quella riguardante la vocazione turistica della città è una discussione che da anni viene fatta, tanto in consiglio comunale quanto per le strade della città. «E’ inevitabile pensare al passato» ha detto in un intervento il consigliere comunale Giuseppe Ferlito «con la nuova normativa abbiamo la possibilità di essere protagonisti attivi del destino della nostra città».

Una nuova grande possibilità quindi per Acireale che ormai da anni  è alla ricerca dello slancio giusto (dell’imprenditore giusto) che la riporti ai fasti di un tempo; fallita la ricerca di finanziatori per salvare l’Acireale Calcio, fermo alla sbarra il cantiere aperto per la ristrutturazione della “Perla Jonica” e dimenticato lo sceicco arabo finanziatore del progetto,  sarà questa nuova scommessa quella giusta su cui puntare?

Alessandro Baccei, assessore regionale all'economia tra il sindaco di Barbagallo e il deputato D'agostino
Alessandro Baccei, assessore regionale all’economia tra il sindaco Barbagallo e il deputato D’agostino

 

 

 

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.