fbpx
Cronache

Tentava di entrare in Sicilia con documenti falsi, fermato

Catania – Tentava di entrare con documenti falsi.  Ieri, nel corso dei controlli documentali effettuati dal personale della Squadra Polizia di Frontiera Aerea nei confronti dei passeggeri in arrivo da Istanbul (Tur) con volo TK1393 della compagnia Turkish Airlines, si è proceduto all’arresto del cittadino marocchino KRIMA Aze-ddine, ritenuto responsabile dei reati di cui all’ art. 497 bis C.P. e art.5 comma 8 bis del Dlgs 286/98, poiché esibiva un passaporto marocchino ed un permesso di soggiorno presumibilmente contraffatti.

Nello specifico, lo straniero, al controllo di Polizia, esibiva un passaporto marocchino intestato ad un connazionale ed un permesso di soggiorno entrambi contraffatti.

Gli operatori della Polizia di Frontiera, tramite le strumentazioni in dotazione, appuravano che il supporto del passaporto evidenziava una fustellatura non del tutto omogenea, che la pellicola di sicurezza delle pagine 2 e 3 era non conforme all’originale e, infine, che il filo di cucitura del documento in questione, nella parte superiore era inserito all’interno della copertina grossolanamente incollata.

Il permesso di soggiorno, invece, osservato a luce UV presentava le caratteristiche della carta comune e non della carta di sicurezza.

L’arrestato veniva sottoposto a foto segnalamento da cui risultava essere pluripregiudicato per violenza sessuale, estorsione, rapina e stupefacenti.

A seguito di perquisizione personale, veniva rinvenuto il vero passaporto marocchino.

Giusta disposizione dell’AG competente l’arrestato veniva condotto presso le Camere di Sicurezza della locale Questura in attesa della direttissima, prevista per la giornata odierna.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker