fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Tentato omicidio, dopo una lite per il pascolo di ovini esplode un colpo di fucile

I Carabinieri della Compagnia di Paternò hanno arrestato in flagranza Cusmano Salvatore, 76enne, del luogo, per tentato omicidio e porto illegale di arma.

Ieri mattina, l’uomo a causa di una controversia legata al pascolo di ovini, avvenuta poco prima in contrada Pantano con un allevatore del luogo, di 63 anni, ha esploso contro quest’ultimo un colpo di fucile attingendolo al petto.

Nella circostanza il 63enne era in compagnia della moglie che è stata colpita al volto ed al braccio sinistro da alcuni pallini.

Le due vittime sono state trasportate e medicate all’Ospedale di Paternò e giudicate guaribili con una prognosi di 20 giorni l’uomo e di 15 giorni la donna.

I militari immediatamente intervenuti sul posto hanno rintracciato e bloccato il 76enne rinvenendo anche il fucile, cal. 16 con matricola illeggibile, e 18 cartucce caricate a pallini.

L’Arma, che è stata sequestrata, sarà inviata al Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina per esami tecnico balistici del caso ed accertare se la stessa sia stata utilizzata in eventuali altri eventi criminosi.

L’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

 

 

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button