fbpx
CronachePrimo Piano

Tenta di uccidere a martellate la sorella disabile: manette per un 52enne violento

In manette un 52enne di Biancavilla, indagato in ordine al reato di tentato omicidio, aggravato dal fatto che la persona che ha subìto il gesto è affetta da ritardo mentale. L’arrestato si trova, adesso, presso il carcere di Caltagirone.

Il violento individuo, lo scorso 6 dicembre avrebbe aggredito la sorella, di 53 anni, colpendola prima con pugni al volto e alla testa per poi proseguire martoriandola con violenti colpi in tutto il corpo inferti da un martello, lungo circa 30 cm. Nessun equivoco: l’uomo voleva provocare la morte della sorella. Un cittadino, tuttavia, avvertendo il 112 NUE riesce a salvare, grazie alla prontezza degli operatori sanitari, la povera donna. Sul posto giungono anche i militari di pattuglia che riescono a strapparla dalle mani del suo aguzzino.

La donna trasportata d’urgenza all’ospedale di Paternò risulta affetta da fratture multiple in tutto il corpo, molto gravi quelle che interessarono la scatola cranica, il naso, le costole e i polsi. Questo, però, non è l’unico atto violento del 52enne, qualche mese prima, lo stesso, si era già reso responsabile di atti di violenza nei confronti dell’ex moglie. Quest’ultima lo aveva denunciato e costretto a lasciare l’abitazione coniugale per rifugiarsi in casa della sorella.

G.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button