fbpx
CronachePrimo Piano

Tenta di rubare un’auto ma scappa. Beccato dai carabinieri con le mani sporche di grasso

Incastrato dalle mani sporche di grasso: protagonista di un furto è un 32enne, arrestato con l’accusa di evasione, furto aggravato e ricettazione in concorso.

Durante la notte, una pattuglia del Nucleo Radiomobile, nel corso di un normale servizio perlustrativo, ha notato due soggetti intenti ad “armeggiare” su di una Fiat Punto. Quando i carabinieri si sono avvicinati, i due si sono dati alla fuga a piedi. Ma tuttavia i militari erano già riusciti a riconoscerne uno, tra l’altro sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Gli operanti hanno quindi ispezionato l’auto che i malfattori stavano tentando di rubare, nonché la macchina da questi utilizzata, rinvenendo un telefono cellulare. Questo è poi risultato di proprietà del ladro riconosciuto. Trovate, inoltre, due centraline elettroniche di altre due auto. I militari sono quindi subito andati a casa del predetto, trovandolo in pigiama, ma con le mani sporche di grasso e con la tuta utilizzata per il tentato furto, ancora appoggiata sul tavolo.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato, su disposizione dell’A.G., si trova relegato presso la propria abitazione agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button