fbpx
NewsPolitica

Teatro Stabile: nomina di La Rosa sgarro interno al Pd?

Non si placano le polemiche scaturite dalla nomina del Dott. Salvatore La Rosa alla Presidenza dello Stabile di Catania, per conto e per mano del neo assessore regionale Antony Barbagallo.

La nomina, secondo fonti ben informate, sarebbe un nuovo attacco alla segreteria regionale PD, e più precisamente alla persona del segretario Fausto Raciti, forse a causa di alcune divergenze di opinione sul futuro del partito.  E’ noto infatti, che il Dott. La Rosa abbandonò in occasione delle ultime amministrative acesi il circolo locale,  non condividendo a suo dire la larga coalizione che appoggiava il candidato Sindaco del PD, Avv. Seby Leonardi. Risulta invero strano che oggi il Dott.La Rosa sia nominato proprio da un assessore PD, proveniente direttamente dal mitico Mpa, insieme al quale tentò di fondare in tempi non molto lontani il secondo circolo del Partito Democratico.

Queste piu’ o meno le voci le voci di corridoio, accompagnate anche dal presunto compiacimento dell’Onorevole Nicola D’Agostino, che resta fermo nel solco del PD.

Il Dott. La Rosa ha una bella laurea in scienze politiche, questo quanto meno aiuta a curare i rapporti se non prettamente artistici, quantomeno politici; allo stesso tempo non si può  escludere che il Dott. La Rosa sia un esperto di gestione di eventi culturali, potrebbe essere una virtuosa dote di famiglia, dal momento che anche la figlia  è stata recentemente nominata membro del CDA della Fondazione Bellini di Acireale.  Certo che bisogna tornare indietro agli splendori della vecchia democrazia cristiana, nemica giurata del giovane La Rosa, per  ricordare in tempi di nomine, le lotte interne e di  correnti.

In questo periodo storico, che tratti di teatri, teatrini e fondazioni, non possiamo che sperare che a pagare non sara’ come sempre il cittadino, il territorio, il patrimonio storico. Restiamo quindi fiduciosi e in trepidante attesa di un qualificata ed entusiasmante gestione del Teatro Stabile, male che va, assisteremo ad altre oculate nomine, un giro di giostra, dopotutto non si nega a nessuno. Come dicono i leaders del PD, #CAMBIAMOVERSO,  ma quando?

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button