fbpx
CronacheNews

Teatro Stabile, possibile unione con il Bellini

imageCatania – Finito l’incontro al Teatro Stabile dei lavoratori e dei sindacati sulla crisi dei teatri catanesi. Le organizzazioni sindacali confederali e lavoratori chiedono aipolitici, al sindaco, al governo regionale, di intervenire nella forte crisi del teatro. I lavoratori, infatti, sono senza stipendio da 6 mesi, debiti per 13 milioni di euro, una situazione al tracollo, con decine di decreti ingiuntivi già esecutivi.

Durante l’assemblea è stata espressa la necessità di rivedersi attorno ad un vero e proprio tavolo per un piano strategico per la risoluzione della crisi. Tra i lavoratori si paventa l’ipotesi di una unione tra il Teatro Stabile e il Teatro Massimo Bellini.

Presenti all’incontro anche i deputati Luisa Albanella e Concetta Raia, l’assessore Orazio Licandro oltre al vicepresidente dello Stabile Jacopo Torrisi. Ancora una volta, grande assente la Regione.

Al momento, sono state sospese tutte a tempo indeterminato tutte le attività del Teatro Stabile di Catania a causa dello sciopero dei lavoratori. La decisione è stata presa dopo che la Regione ha disertato l’assemblea che ssrebbe dovuta servire a scegliere e programmare le iniziative legate all’approvazione del bilancio preventivo per accedere ai 400 mila euro ministeriali e ai 307 mila euro giacenti alla Regione e recuperare gli stipendi dei lavoratori bloccati da 5 mesi.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button