fbpx
CronachePrimo Piano

TBEX, la Commissione Cultura boccia Bucolo

TBEX 2020. Anche i consiglieri della VII Commissione Cultura presieduta da Giovanni Grasso (Gruppo Misto) vogliono vederci chiaro, sull’evento e sul produttore esecutivo indicato dalla società californiana, Mario Bucolo.

TBEX, anche i consiglieri remano contro Mario Bucolo

A pochi giorni di distanza dalla seduta della Commissione Speciale Tassa di Soggiorno, la VII Commissione Cultura convoca l’allora Capo di Gabinetto del sindaco, il dott. Giuseppe Ferraro. È il 24 settembre quando il dott. Ferraro è chiamato dai consiglieri a illustrare la programmazione relativa agli interventi da attuare con i proventi della tassa di soggiorno. Un investimento importante per la città e, in particolare, per l’indotto turistico. Tra questi, anche l’ormai famigerato TBEX 2020, il raduno di fotoamatori e travel blogger che dovrebbero approdare nel capoluogo etneo a marzo del prossimo anno.

Il Presidente Grasso, in particolare, chiede di TBEX, evento di cui la Commissione è venuta a conoscenza, insieme ai cittadini, tramite stampa. E chiede: «Cos’è e che finalità ha per il turismo?».

Il dott. Ferraro, quindi, risponde che si tratta di un evento che prevede la presenza di 500 agenti, tra blogger, fotografi e giornalisti, che devono produrre immagini di Catania, ognuno con le proprie competenze. Attraverso questo evento, i partecipanti scriveranno del territorio, favorendo la visibilità della città di Catania a un pubblico molto vasto. Tuttavia, il dott. Ferraro e tanto meno TBEX hanno mai fornito dati ufficiali e obiettivi da raggiungere con l’evento a Catania. Anzi, al contrario: nel contratto non è stabilita alcuna garanzia.

I consiglieri fanno perciò notare la chiave di lettura pubblicata su L’Urlo. Analisi oggettiva che non ha ottenuto riscontro positivo per questo evento. Inoltre, fanno notare il nome del referente, cioè il produttore esecutivo di TBEX, ovvero Mario Bucolo. Quindi, i componenti della VII Commissione chiedono di sapere chi lo avrebbe nominato e con quali procedure.

I dubbi su Mario Bucolo

Il dott. Ferraro conferma il nome di un soggetto giuridico che avrà l’incarico di produttore esecutivo di TBEX 2020, ma non è la Pubblica Amministrazione ad avere l’onere di indicarlo, stando al contratto inviato dalla società  californiana.

Pur riconoscendo gli aspetti positivi dell’evento, il consigliere Salvatore Peci (Grande Catania) non nasconde le proprie perplessità su Mario Bucolo. Il consigliere sospetta che a scatenare critiche su vari fronti sia proprio il soggetto referente di TBEX. Bucolo è infatti conosciuto per le sue aspre critiche denigratorie verso la pubblica amministrazione e che travolge tutti i settori. Il consigliere Peci fa inoltre notare che da quando gli è stata offerta la possibilità di organizzare TBEX, ha (guarda caso) messo a riposo i polpastrelli. «Adesso è da un po’ che non si leggono più le sue opinioni», dichiarava il consigliere Peci nel mese di settembre. Dopo, le aspre critiche di Bucolo sarà tornato a leggerle anche lui.

«Quante persone avranno fatto ciò?», risponde il dott. Ferraro al consigliere Peci. Ma lo diceva prima di finire egli stesso nelle pesanti invettive di cui Bucolo ha dato riprova. Il Presidente di Commissione, Giovanni Grasso chiede conto, a questo punto, delle competenze dei soggetti scelti. Il dott. Ferraro prova a svincolarsi ricordando che l’amministrazione ha l’impegno di sorvegliare sulle spese. TBEX, invece, si occupa delle assunzioni. Ma nel frattempo, a fronte dei fatti ampiamente documentati, l’avvocatura comunale potrebbe avere mescolato le carte a vantaggio del Comune. E a quel punto, se l’evento dovesse sfumare, la responsabilità unica ricadrebbe solo su Mario Bucolo.

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker