fbpx
Cronache

Taglio 70% dei contributi al Taormina Film Fest: posto quesito a Franceschini

Si levano le proteste degli organizzatori del Taormina Film Festival che hanno subìto un taglio del 70% dei contributi proventi dal Ministero. Si tratta di 50mila euro erogati nel 2020 contro i 160mila del 2019. “Fra le varie manifestazioni che hanno partecipato al bando Mibact 2020, risulta che su 82 festival associati all’AFIC 58 hanno ricevuto dal Mibact lo stesso contributo del 2019. 15, invece, un aumento e solo 9 una decurtazione. Il Taormina Film Fest è l’unico, tra i 9, ad aver subito un taglio del 70%” dichiara la deputata catanese del M5S Maria Laura Paxia.

“Nonostante le criticità di quest’anno dovute all’emergenza Coronavirus, il Taormina Film Fest è stata una delle poche manifestazioni che si è svolta regolarmente, con non poche difficoltà per gli organizzatori” specifica l’On. Paxia. Nel rispetto delle norme infatti, si è messo a punto un nuovo format: Videobank che ha trasmesso le 2 serate in presenza, in streaming su MyMovies, accessibile a tutti. La questione approda in Parlamento. Proprio Lino Chiechio, General Manager di Videobank, società titolare della concessione del marchio TFF ha esposto richiesta di accesso agli atti, per il triennio 2020-2022. Interviene, ancora la Paxia: “Ho presentato un’interrogazione al Ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini”.

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker