fbpx
NewsSatiraSocial

Su fb vince chi racconta l’alluvione mentre Bianco inaugura un albero

La scorsa settimana vi abbiamo lanciato i nostri segnali premonitori sull’esito del referendum e abbiamo preso il colpo: con il NO al 75%, la città metropolitana di Catania ha dimostrato di averne piene le tasche di Renzi e del suo governo, povere di tutto il resto, più di ogni altra città metropolitana d’Italia. Renzi si è dimesso. E Bianco?

Al posto di salvare il salvabile, quantomeno in termini di decoro politico ma soprattutto mentre Catania affonda, nel pieno di un diluvio universale Enzo Bianco ha altre priorità: l’inaugurazione dell’albero di Natale di piazza Università.

enzo-bianco

Ma caro sindaco: non basta l’ombrello per correre ai ripari! Specialmente in caso di pioggia. E lo ha appurato il conducente del “bus-navale” che ha dovuto lasciare il timone del veicolo per trarsi in salvo.

Il malcapitato “reporter per un giorno” è Toti Scalia il cui scatto ha fatto il giro del web!

toti-scalia

Schizza dunque ai primi posti della nostra classifica Gianluca Ricceri con la parodia dell’albero di natale cittadino trascinato dalla corrente pluviale di via Etnea.

gianluca-ricceri-300x298

A fare più danno della stessa tempesta è il gestore della pagina social del sindaco (di cui continuiamo a ignorare le generalità!) che continua la sua discesa verso gli inferi permettendo qualche minuto di notorietà a tale Giulio Russotto che ci ricorda dei cavalloni terrestri di via Plebiscito.

editor-bianco

E mentre Catania come Atlantide veniva sommersa, nonostante la vittoria schiacciante del NO, i promotori del “sì” continuavano a inveire contro gli avversari politici.

In tutto ciò, il fondo è stato raggiunto da Liliana Polia che quotidianamente, nei suoi spazi social, attesta la vera essenza del renzismo.

liliana-polia

Qualcuno informi la Polia che la Legge di Stabilità approvata, con le misure (insufficienti) per supportare la ricostruzione e la prevenzione sismica, è opera del suo governo uscente!

C’è poi chi ha tratto vantaggio personale da questa campagna referendaria collezionando ban da presunti amici virtuali che non hanno gradito la sua posizione, o che addirittura non hanno saputo reggere un pacifico confronto sui contenuti della Riforma. Ci troviamo però costretti ad aprire il totonome: da chi è stato bannato il compagno Massimo Malerba? A chi è rivolto questo post?

massimo-malerba

Prova a mediare tra le parti dei sostenitori del sì e del NO, ma con risultati altamente fallimentari, il consigliere Lanfranco Zappalà.

lanfranco-zappala

L’unica ancora di salvezza per tutti noi, potrebbe riservarla solamente Erica Calcagno, tra le voci di Radio Zammù – la radio dell’università di Catania e volto noto di TV Acicastello, con il suo cuore caldo. Perché oltre la bellezza, c’è la fame!

erica-calcagno

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button