fbpx
Cronache

Dissesto, striscione provocatorio sulla fontana del Tondo Gioeni

“Svendesi un milione di euro, causa dissesto” è lo striscione comparso stamattina sulla fontana del Tondo Gioeni, fiore all’occhio dell’ex sindaco Bianco.

La provocazione è stata lanciata dagli attivisti del gruppo di sinistra Catania Bene Comune.

«Non siamo disposti a pagare il dissesto del Comune di Catania -si legge in una nota diffusa dal gruppo- Non siamo disposti a non percepire lo stipendio perché Sindaci e partiti di centrodestra e centrosinistra che hanno governato negli ultimi vent’anni hanno saccheggiato le risorse pubbliche. Non siamo disposti a rinunciare ai nostri diritti di cittadine e cittadini, ai servizi sociali, alla casa perché i governi centrali hanno deciso di tagliare le risorse ai Comuni e in particolare ai comuni meridionali più poveri. Non siamo disposti alla svendita del patrimonio municipale, dei servizi pubblici locali, che sono bene comune, per assecondare norme finanziarie che mettono al primo posto le banche, gli equilibri di bilancio e non le persone».

«Il dissesto deve pagarlo chi l’ha causato. Mettiamo quindi in vendita le opere inutili costate centinaia di migliaia di euro e costruite solo per soddisfare le manie di grandezza dei Sindaci. Mettiamo sul mercato i consulenti delle società partecipate pagati milioni di euro negli ultimi anni. Liberiamoci di chi ha portato la città al dissesto attraverso le clientele e gli inchini a chi governava tagliando risorse agli enti locali», conclude la nota.

EG.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button