fbpx
CronachePrimo Piano

Sbarchi sullo Stretto di Messina: è scontro tra De Luca e Orlando

Non molla la presa Cateno De Luca, sindaco di Messina, sugli sbarchi sullo Stretto di Messina. 

L’ordinanza straordinaria firmata dal primo cittadino messinese, entrata in vigore da stamattina, prevede che chiunque abbia intenzione di entrare in Sicilia si registri almeno 48 ore prima dell’arrivo sul sito www.sipassaacondizione.comune.messina.it. La piattaforma, infatti, servirebbe per disciplinare gli arrivi sull’Isola. Una questione che vede De Luca in prima linea, intransigente e ormai ospite fisso alla Rada San Francesco da quando è iniziata l’emergenza sanitaria.

«Su 52 persone che volevano attraversare con un mezzo, tra le quali venti pendolari, solo 7 non erano registrate», ha dichiarato il sindaco dopo una serie di controlli sui passeggeri dei traghetti sbarcati.

Come funziona la registrazione?

L’ordinanza obbliga chi sbarca sull’Isola a registrarsi due giorni prima della partenza motivandone lo spostamento. Il passeggero dovrà dichiarare di conoscere sia le disposizioni dei Dpcm sia quelle del presidente della Regione sulla emergenza coronavirus. Inoltre, il soggetto dovrà indicare la località di destinazione, dove sarà costretto a trascorrere il periodo di isolamento fiduciario.

Se i motivi non dovessero essere ritenuti validi, al passeggero sarà negata ogni possibilità di oltrepassare lo Stretto.

Scontro tra De Luca e Orlando sullo Stretto di Messina

L’ordinanza a firma di De Luca non è andata giù a Leoluca Orlando, sindaco di Palermo.

Orlando, anche presidente di Anci Sicilia, ha scritto infatti una lettera ai prefetti del capoluogo e della città sullo Stretto, al governatore Nello Musumeci e alla protezione civile per chiedere chiarezza sulla questione.

«Dobbiamo conoscere quale comportamento occorra legittimamente assumere per non compromettere le ragioni del richiedente. Il tutto nel rispetto delle norme emergenziali emanate in materia di spostamento dei cittadini dal presidente del Consiglio, dal ministero della Salute di concerto col ministero dell’Interno e dal presidente della Regione», scrive il primo cittadino nel capoluogo regionale.

De Luca, sempre dalla risposta pronta, non ha tardato a replicare le richieste del collega.

«Stranamente, o forse dovrei dire strumentalmente, la nota viene trasmessa solo alle autorità e alle testate giornalistiche ma non anche al sindaco di Messina. Il sindaco di Palermo solleva il caso di una persona che dovrebbe attraversare lo Stretto di Messina. Una persona che si sarebbe registrata nella piattaforma ‘Sipassaacondizione’, che ho istituito con l’ordinanza del 5 aprile. Un passeggero che sarebbe in attesa del visto del sindaco del comune di destinazione, cioè proprio del sindaco di Palermo».

«Al riguardo mi preme osservare che Orlando, un personaggio in cerca d’autore, non si cura neppure di fornire alcun utile elemento per potere esitare la pratica. Evidentemente la ritiene una questione superflua, e questo già dimostra quanto sia strumentale la sua richiesta», conclude Cateno De Luca.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker