fbpx
Cronache

Stipendi “d’oro” da 27mila euro: medici Covid catanesi nella bufera

27mila euro: sarebbe questo il super stipendio percepito dai medici catanesi secondo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica. E scatta subito la polemica.
«Quanto emerge dalle notizie pubblicata ieri sul quotidiano La Repubblica -si legge in una nota dell’Associazione Catania nel Cuore- è davvero grave e disarmante. Immaginare che, approfittando dell’emergenza, qualcuno possa impiegare risorse pubbliche per destinarle ad altri scopi, è un esercizio che lascia senza fiato non soltanto il singolo cittadino, ma anche quella comunità che, ormai da un anno, soffre le conseguenze tragiche della pandemia».
«L’idea che qualcuno, travalicando il senso della misura, possa percepire somme che superano perfino gli emolumenti del Presidente della Repubblica, peraltro in nome e per conto della lotta al Covid-19, è tanto inaccettabile quanto pusillanime. Leggere ancora di operatori sanitari che offrono ben 400 ore al mese del proprio tempo, rigorosamente a disposizione della collettività, può provocare finanche un sussulto di gioia, se non fosse per il fatto che ciò comporterebbe un impiego ininterrotto di circa 14 ore al giorno. Tanta roba».
«A rovistare tra le righe del suddetto articolo sembra che l’Usca -sottolinea l’Associazione- quel soggetto creato per organizzare la concreta lotta alla pandemia, in Sicilia sia invece diventata una specie di gallina dalle uova d’oro, capace di dispensare vantaggi a destra e a manca, indifferente a regole ed esigenze reali. Ovviamente, dinanzi a siffatto allarme, siamo sicuri che l’Assessore regionale alla salute, attiverà una seria istruttoria, diretta a verificare punto per punto le gravi disfunzioni sollevate e, qualora ne rinvenisse gli elementi, prendesse gli opportuni provvedimenti, fermo restando la sua personale responsabilità politica sulla cattiva organizzazione e sui mancati controlli».
«Dinanzi alla sofferenza della gente -conclude la nota-, ai sacrifici di tanti lavoratori allo stremo, di imprenditori alla soglia del fallimento e di settori devastati dalla pandemia, non può esistere chi approfitta per curare i propri personali interessi».
E.G.
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button