fbpx
CronacheNews

Stato di Emergenza Ambientale, lo dichiara Unict

L'ateneo rafforza l'impegno alla sostenibilità

Già attivo contro gli sprechi, sulla mobilità sostenibile e la rimozione della plastica l’Università di Catania si attiva sull’informazione scientifica e il cambiamento climatico

Lo Stato di Emergenza Ambientale diventa ufficiale. Il Consiglio di amministrazione dell’Università di Catania ha accolto la richiesta della Consulta degli Studenti e da Fridays for Future Catania. Questi hanno chiesto di dichiarare ufficialmente lo stato di emergenza climatica e ambientale. Infatti facendolo si riconosce il grave stato di crisi sul piano del clima e dell’ambiente.

Stato di emergenza ambientaleAlla vigilia della conferenza annuale sul clima dell’ONU

Il provvedimento sullo stato di emergenza ambientale non giunge in una data casuale. Infatti arriva giusto alla vigilia della conferenza annuale sul clima indetta dall’Onu. La Cop 25 si aprirà lunedì prossimo a Madrid. Non è l’unica concomitanza. Infatti uno sciopero globale del clima, oggi, mobiliterà migliaia di giovani in tutte le città.

L’Ateneo riconosce massima priorità al contrasto del riscaldamento globale. Importanza fondamentalle alla riconversione ecologica. Non va trascurato un modello di sviluppo sostenibile che conduca all’abbandono definitico della produzione e consumo di energia derivante dal fossile.

L’Università si impegna ufficialmente a favorire e promuovere incontri pubblici di informazione scientifica

Visto lo stato di emergenza ambientale l’università si impegna a promuovere incontri di sensibilizzazione pubblica sul cambiamento climatico. Infatti i fenomeni atmosferici esterni hanno un impatto devastante sulla perdita della biodiversità. Ne vanno danneggiati anche la produzione alimentare e l’accesso alle risorse idriche. Questi hanno effetti inevitabili sulla salute pubblica tramite i danni da alluvione e incendio. Casi questi ultimi che conosciamo fin troppo bene.

Unict si è impegnata al raggiungimento degli obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile fissati nell’Agenda 2030

L’Università dichiara che incrementerà le azioni intraprese per abbattere l’impatto ambientale delle proprie attività. Uno di questi è incentivare la riduzione degli sprechi della plastica. Azioni concrete dunque, anche per la mobilità sostenibile e la raccolta differenziata.

Si porrà maggiore attenzione all’uso della carta riciclata e a riqualificare le aree verdi nell’Ateneo. L’Università si augura così che anche le istituzioni territoriali possano prendere provvedimenti analoghi.

L’Università aderisce al The sustainable development goals accord

Si tratta di una iniziativa della Youth and educacion alliance dell’UN Envioroment come hanno già fatto Genova, Torino, Padova e Roma Tor Vergata. Così si impegna ad aumentare la formazione su sostenibilità e ambiente nei corsi di studio. Lo scopo è di costruire competenze specifiche ed attivare progetti di ricerca.

«Il problema dei cambiamenti climatici è assolutamente rilevante»

Importanti le parole del rettore Francesco Priolo riguardo lo stato di emergenza climatica.

«Abbiamo accolto con favore e convinzione la proposta proveniente dai nostri studenti – afferma il
rettore – Il problema dei cambiamenti climatici è assolutamente rilevante ed è fondamentale la spinta delle giovani generazioni, che vanno sensibilizzate e coinvolte.

«Il nostro Ateneo è già impegnato in numerose azioni per diventare eco-friendly e plastic-free ed è in primo piano sui temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale.

Ma occorre – continua Priolo – fare sempre di più manifestando concretamente fiducia nella scienza:
sostenendo cioè quella ricerca che può indicare le soluzioni più accreditate per intervenire e porre
rimedio all’emergenza ambientale: gli investimenti in ricerca, ora più che mai, sono un vantaggio per
tutta l’umanità»

AP

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker