fbpx
ArteCulturaLibriLifeStyle

“Star Dragons” Di Paolo Barbieri ci apre a Sagittarius

Tra i più noti illustratori italiani, il mantovano Barbieri, pubblica per Lo Scarabeo un nuovo libro tra disegno e parola.

Star Dragons (Lo Scarabeo, 2019), è il nuovo libro di Paolo Barbieri. Nella sua carriera ventennale, l’artista e scrittore mantovano, ci ha abituato a qualcosa di speciale.

La bellezza della ricerca di cui noi, se non tutti, ma molti certamente, siamo affascinati, quest’anno viene tradotta tra stelle, tema spesso presente in Barbieri e draghi.

Star Dragons da il benvenuto a Sagittarius

Paolo Barbieri
Paolo Barbieri

Tra due giorni si entrerà, per noi occidentali, nei 30 giorni che contraddistinguono, forse, il più bel segno zodiacale (Il più bello per immagine dicono le statistiche, non ci importa per caratteristiche comportamentali di chi vi è nato nel periodo 23/11-21/12, ciò a scanso di pericolose affermazioni che potrebbero far arrabbiare i nostri lettori): il Sagittario.

Paolo Barbieri nel suo Star Dragons, trasforma tutto verso i draghi, e anche una meraviglia come il Sagittatio, diventa un drago, con un mito dominante, dalla sua meravigliosa apertura.

 

Non solo Sagittarius, anche Sagitta

Un Sagittario di Paolo Barbieri
Un Sagittario di Paolo Barbieri

L’erotismo del sagittario donna, nella sua icona alchimia per eccellenza: la freccia, che trafigge ogni passione, ogni cuore, ogni animalesca spinta che dall’eros passa all’eccesso. Il tutto, con la mano di Paolo, diventa uno sguardo di una donna giovane, ammalitrice protetta da un sereno drago, son quando non sarà violata, tant’è che nella trasformazione di cui sopra, il drago passa ad uno stato di rabbia e di terrore, che meravigliano gli occhi.

 

 

 

 

 

 

 

Un libro speciale

Star Dragons copertina
Star Dragons copertina

Ancora una volta, Paolo Barbieri, con Star Dragons, si conferma libro per ragazzi, per adulti, per curiosi, per studiosi. Non fa mancare la descrizione di ciò che miscela tra matite, colori offuscati, e parola scritta detta e affermata, che riconduce ad uno dei più bei brani di Edoardo Bennato: chissà che questo libro non sia il viaggio che ci porterà alla seconda stella a destra per andare dritti al mattino.

Tags
Mostra di più

Salvatore Massimo Fazio

Di lui sappiamo che è contro il bigottismo sociale "è mafia pura" e che decide di vivere la socialità solo per lavoro, o rare volte al bar da Enzo quando torna a Catania. Nel 2016 col saggio "Regressione suicida", non inganni il titolo, è un invito a ripercorrere tutte le tappe della vita sino a risorgere nella veste indipendente, senza pendere dal pensiero (e da) alcuno, desta polemiche. Si ritira anche dalle direzioni artistiche "[...] non dimenticatevi che sono anche un operatore sociale e un tutto fare". Ha dichiarato difficoltà e malessere nell'aderire alle filosofie dei due outsider che ha approfondito per circa 16 anni, Emil Cioran e Manlio Sgalambro, dei quali estese la propria tesi di laurea: "C'è un motivo per il quale non posso dichiararmi filosofo, né studioso di filosofia, nonostante la stampa continua a farlo e io continui a smentirlo".
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker