fbpx
CronacheNews

Squadra mobile, chi è il nuovo dirigente Marco Basile

Squadra mobile della Polizia di Stato di Catania, s’insedia il nuovo dirigente Marco Basile. A presentarlo alla stampa, questa mattina, è il questore Alberto Francini.

L’addio di Antonio Salvago e la presentazione di Alberto Francini

Durante la conferenza stampa di stamane, nella sala riservata della questura di piazza Santa Nicolella, il questore Alberto Francini ha presentato Marco Basile. È lui il nuovo capo della squadra mobile di Catania, dopo l’addio di Antonio Salvago. Quest’ultimo, infatti, ha lasciato la città etnea per ricoprire la dirigenza della squadra mobile di Napoli.

Salvago è stato un elemento di massima capacità sotto diversi profili. Dal punto di vista investigativo, mediatico e relazionale. Ma sono anche certo dell’esperienza pluridecennale di chi lo sta sostituendo, in diverse città, come Napoli, Roma, Cagliari. A lui i migliori auguri di buon lavoro”, ha detto.

Chi è Marco Basile, il nuovo capo della squadra mobile

Merco Basile è nato a Napoli nel 1967. Laureatosi in giurisprudenza, entra nel corpo di Polizia nel 1996 come vice commisario.
Nello stesso anno, viene trasferito a compartimento Polfer di Torino come direttore dell’ufficio del personale. Sempre a Torino, diventa responsabile di una delle 5 sezioni delle volanti, all’ufficio di prevenzione generale. Per poi passare alla squadra mobile della stessa città come responsabile della terza sezione dei reati, contro la persona.

Nel 2008, sotto la sua responsabilità entra la prima sezione della seconda divisione del servizio centrale operativo, nella sezione anticrimine di Roma.
Successivamente, arriva a Napoli. Qui diventa nuovamente responsabile della terza sezione dei reati contro la persona, per poi ricoprire la dirigenza della squadra mobile.

Nel 2016, si qualifica come primo dirigente della Polizia di Stato, per essere assegnato alla direzione centrale anticrimine servizio centrale operativo. Trasferito alla Questura di Cagliari, diventa capo della squadra mobile anche della città sarda.

Ieri sera, raggiunge la città di Catania e corre “a salutare il questore e il procuratore capo”, ricevendo “indicazione di seguire le attività investigative già avviate”. Nella città dell’elefante “riconosce un approccio cittadino simile a quello della sua città di origine, Napoli”.

Gli obiettivi per la squadra mobile

“Sono consapevole delle difficoltà di quest’incarico. Qui mi è stata lasciata in eredità una squadra mobile di rilievo. Darò il massimo del mio impegno lavorativo per migliorare l’azione repressiva”, ha dichiarato Basile.

Il suo intento è quello di non tralasciare alcun profilo investigativo. “Criminalità organizzata e diffusa, spaccio di stupefacenti, reati contro il patrimonio” sono le attività che intende innanzitutto contrastare.

L’accento, però, è stato posto principalmente sulla necessità di una “maggiore sensibilità sui reati contro la pubblica amministrazione

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker