fbpx
News in evidenzaSport

Sporting Taormina-Acireale 1-0: le dichiarazioni ed il commento post partita

L’Acireale esce sconfitto per 1-0 contro lo Sporting Taormina dopo una partita giocata sul filo dell’equilibrio e dell’incertezza. Come scritto in sede di cronaca, il risultato maturato sul campo appare troppo pesante per un Acireale che avrebbe meritato almeno il pareggio per la generosa prestazione fornita in campo. Con questa sconfitta il percorso dell’Acireale verso la vittoria del campionato si complica terribilmente: seppur la matematica tiene ancora in gioco i granata, otto punti di distacco dalla capolista Igea Virtus ad otto partite dalla fine sembrano una distanza difficile da recuperare, tenendo conto dell’importante ruolino di marcia sostenuto dai ragazzi di mister Raffaele.

Ancora tutto è possibile, ma dopo la giornata di ieri l’Acireale esce in parte ridimensionato nelle sue ambizioni di primato: tuttavia per i granata nulla è ancora perduto e la promozione in serie D potrebbe arrivare anche tramite la strada secondaria dei play off.

Intervistati nel dopo partita, i due allenatori commentano la gara di ieri. L’allenatore dello Sporting Taormina Marco Coppa esprime la sua soddisfazione:

<<E’ stata una partita sicuramente equilibrata. Probabilmente noi siamo stati bravi a sfruttare quell’unica occasione della ripresa, un’azione che comunque proviamo spesso in allenamento. Al di là di questo, la gara si è giocata sul filo dell’equilibrio: sia noi che loro non abbiamo avuto grandi occasioni da rete e la sfida si è giocata molto a centrocampo, ma questa è la classica gara che si decide grazie a singoli episodi ed oggi gli episodi ci hanno premiato. Obiettivo? Oramai abbiamo raggiunto l’obiettivo minimo della salvezza, adesso siamo secondi e continueremo a giocare in questo stesso modo. Poi alla fine vedremo cosa otterremo. Vittoria sull’Acireale? Per blasone e per l’importanza della loro squadra non nascondo che è una grande soddisfazione vincere contro l’Acireale. Per noi è un successo molto significativo che va ad impreziosire il già nostro buon campionato. Noi rivelazione di questo torneo? Si, forse i numeri dicono questo, però al di là dei commenti o dei complimenti, per noi sono importanti i risultati. Taormina? Beh, oramai per me questa è una seconda casa come ho detto in altre interviste. Io ho dato tanto a Taormina, ma Taormina ha dato molto di più a me, rispetto a quello che le ho dato io. Per me venire a Taormina era una scommessa ed è stata una scommessa vinta. Poi quello taorminese è un ambiente tranquillo dove si lavora senza particolari pressioni. L’unica cosa che desidero è che lo stadio di Taormina sia sempre pieno; inoltre vorrei che il nostro presidente fosse maggiormente sostenuto dagli imprenditori locali perchè a Taormina ci sono tutte le potenzialità per fare bene>>.

Intercettato nel dopo gara, l’allenatore dell’Acireale Ezio Raciti ha commentato la sconfitta dei suoi ragazzi:

<<Si tratta di una sconfitta immeritata; sicuramente la più immeritata di quelle che finora abbiamo incassato in questa stagione. La squadra ha fatto una buona prestazione ed abbiamo sempre tenuto in mano il pallino del gioco. Purtroppo, il calcio è questo: noi non abbiamo segnato e loro hanno fatto gol su una ripartenza. Tuttavia, la squadra è viva e lo ha dimostrato sul campo. Obiettivo? Noi abbiamo ancora l’obiettivo di vincere questo campionato; fin quando la matematica non ci condannerà puntiamo all’obiettivo massimo. Taormina? E’ una buona squadra, giocano bene in velocità, ma è sembrato evidente che loro hanno fatto gol su una ripartenza, mentre il pallino del gioco è stato sempre fra le nostre mani. Confronto squadra-tifosi? Giustamente i tifosi sono rimasti amareggiati ed è normale. Invito i tifosi alla calma perchè comunque questa squadra lotterà fino alla fine. Gare con Rosolini e Palazzolo? Le prossime due sfide sono in casa, ma per noi non ha importanza. Sappiamo che dobbiamo vincerle tutte a prescindere. Ripartiamo dalla buona prestazione odierna, la quale non è stata premiata con il risultato che avremmo meritato. Impiego di Di Mauro? Ho dovuto mettere un ragazzo under in attacco perchè in difesa abbiamo avuto dei problemi. Il ragazzo veniva da un lungo infortunio e non era in una buona condizione fisica, ma non è colpa sua>>.

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button