fbpx
Nera

Spiava i suoi dipendenti, denunciato il titolare

Lavoratori in nero e impianti di videosorveglianza senza autorizzazione: sono queste le irregolarità commesse da alcune attività di Santa Venerina e Trecastagni.

I Carabinieri del N.I.L. di Catania, in collaborazione con i militari delle Stazioni di Santa Venerina e Trecastagni, nei giorni scorsi, nell’ambito di una serie di controlli nei “Night Club, Pub, Sale Bingo, Internet Point e luoghi di ritrovo”, hanno riscontrato diversi illeciti.

Un 35enne di Santa Venerina, amministratore unico di una ditta operante in quella Via Stabilimenti, è stato denunciato poiché ritenuto responsabile di aver installato ed utilizzato impianti di videosorveglianza sul luogo di lavoro senza l’accordo sindacale, ovvero l’autorizzazione dell’I.T.L. di Catania.

Inoltre, sono stati adottati provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale nei confronti di tre ditte: la prima a Santa Venerina (distributore di carburanti con annesso bar ristoro) per aver occupato 2 lavoratori in nero su 8 presenti;

La seconda a Trecastagni (ristorazione) per aver occupato 5 lavoratori in nero su 5 presenti (100%); la terza sempre a Trecastagni (ristorazione) per aver occupato 4 lavoratori in nero su 9 presenti.

Ispezionata un’altra ditta di Santa Venerina (struttura ricettivo-turistica) che impiegava 3 lavoratori a tempo pieno malgrado il contratto collettivo fosse applicato a tempo parziale. In questo caso i carabinieri hanno provveduto ad elevare sanzioni, per il recupero contributivo e assicurativo, per euro 15.000.

Nel complesso i militari hanno racimolato multe per oltre 60.000 euro.

EG.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button