fbpx
CronacheNewsSenza categoria

Spiagge libere, Libera chiede rescissione del contratto

Catania –  Continuano le polemiche sulle spiagge libere etnee. Dopo Addiopizzo, anche il Coordinamento provinciale catanese di Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, “nell’apprendere dalla stampa la nomina del pluripregiudicato Orazio Buda come sorvegliante delle spiagge libere della Plaja gestite dalla ditta “Caffè Napoleon”, chiede con forza la rescissione del contratto con la ditta stessa.”

“In una città – dichiarano dall’associazione – nella quale risulta già insopportabile la presenza capillare dei posteggiatori abusivi, suona come una beffa il fatto che un soggetto con tale curriculum possa gestire un parcheggio pubblico, a meno che non si voglia ammainare la bandiera della legalità, ammettendo che a Catania non siamo in grado di garantirne l’attuazione.”

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button