fbpx
Politica

Acireale: aumentano le spese per la gestione dei rifiuti

11 voti favorevoli, 2 astenuti e 6 contrari: con questi numeri è stato approvato in un civico consesso semi-deserto, a causa delle numerose assenze nella maggioranza, la delibera di assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’anno 2017 che ha previsto un aumento delle spese per la gestione dei rifiuti.

antonio-pio-castro«Per quanto riguarda la Tari […] abbiamo stanziato 9.350.000 euro e adesso con questa variazione di bilancio  […] rimpinguiamo questo capitolo di 2.100.000 euro e […] sono convinto e lo dico oggi che a novembre ci sarà un’altra variazione di bilancio. Non so le altre voci, ma sicuramente la Tari un 800.000 mila euro – 1.000.000 di euro io lo prevedo che lo mettiamo.[…] E voglio essere ottimista con il milione di euro […] » con queste parole il consigliere di Forza Italia Antonio Pio Castro ha aperto l’accesa discussione svoltasi ieri sera in consiglio comunale.

Le somme per finanziare questo incremento di spesa  non saranno prelevate dai cittadini come ha precisato il consulente economico del comune Salvo Nicotra che, a precisa domanda del consigliere di maggioranza Mariella Bonanno, ha risposto testualmente:
maxresdefault«[…] L’eventuale maggiore spesa non graverà nell’ambito dei cittadini nel confronto dei quali attendiamo assolutamente confermare il risparmio che abbiamo già annunciato e la previsione che è stata già inserita. Cosa vogliamo dire? Che ove vi fosse una maggiore spesa dovuta a queste disfunzioni abbiamo cespiti diversi dalle entrate dei cittadini che possono assolutamente finanziare l’eventuale maggiore spesa […]»

Ad elevare la discussione su un piano più aulico ci ha pensato, però, il consigliere Andrea Quattrocchi che durante la discussione ha dichiarato:

andrea-quattrocchi-cop-800x450«[…] vorrei chiudere con una riflessione credo, assessore Fichera, che noi individuiamo la raccolta differenziata e gli diamo un valore che intrinsecamente che non è quello che dovrebbe avere la raccolta differenziata. Cosa voglio dire? Forse mi esprimo male. La raccolta differenziata non è un metodo utile ai nostri cittadini ed in genere al genere umano per risparmiare sulla tassa della cd. spazzatura. La raccolta differenziata ha un valore etico molto più nobile che noi non spesso non cogliamo perchè siamo una società che mette al centro il dio denaro. E quindi quello è certamente un elemento che ci può agevolare,che ci può incentivare. La raccolta differenziata è un elemento che migliora, che è destinato,che è mirato a migliorare la vita nostra e la qualità dela vita delle generazioni che verrano dopo di noi. Fino a quando Acireale, ma dico molti altri luoghi, non concepiranno in questo modo la raccolta differenziata e quindi non si renderanno conto che il valore della raccolta differenziata riguarda noi stessi e la nostra stessa salute forse non riusciremo a fare grandi passi avanti […]»

A riportarci con i piedi per terra ci ha pensato il consigliere di Forza Italia Stefano Pennisi che nella sua dichiarazione di voto ha testualmente dichiarato:
«[…] Io sono convito che l’amministrazione Barbagallo manterrà le sue promesse e quindi basteranno i nove milioni e spari euro e con questo nostro voto contrario di stasera li incoraggiamo a mantenere, per quanto ci compente, le promesse non aumentando e non autorizzando a spendere un euro in più. Sono convito che i cittadini ci sosteranno in questa scelta […]»

Tirando le somme la maggioranza, con le numerose e pesanti assenze, ha rischiato una momentanea debacle, mentre l’opposizione si è accontentata di manifestare la propria contrarietà alla delibera senza poi concretamente influenzarne il risultato, magari uscendo dall’aula e facendo venir meno il numero legale per il proseguimento della seduta.

L’unica certezza uscita dall’aula consiliare è che la spesa prevista per la gestione dei rifiuti è, ad oggi, momentaneamente aumentata salvo futuri ed auspicati dietro-front.

consiglio comunale

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button