fbpx
LifeStyleNews in evidenzaSenza categoria

Speciale Capodanno: tra tradizioni e usanze

Tra tradizione e innovazione il menù di Capodanno si pretesa sempre come una sfida non facile per chi decide di ospitare amici e parenti per brindare alla fine dall’anno e all’arrivo del nuovo anno. Tutto dipende dal numero di invitati: si opta per una cena seduta tra pochi intimi o un ricco buffet in piedi con tanti amici, dove magari se ben coordinati ognuno porta qualcosa. Ma ci sono dei cibi che non possono mancare perché simboli propizi e benevoli per l’anno che verrà.

I legumi fanno parte della tradizione italiana dei piatti del Capodanno e soprattuto le lenticchie  portano soldi  poiché per la loro forma ricordano le piccole monete e auspicano ad abbondanza e succedo finanziario; il cotechino in quanto carne suina che in diverse culture rappresenta la prosperità; prima della mezzanotte mangiare 12 chicci di uva simboleggiano le speranze per i mesi futuri, usanza cha arriva dalla Spagna, ma ormai diffusa soprattutto al sud Italia; un insalata di rinforzo con melograno, frutto che simboleggia la fedeltà coniugale ed è di buon auspicio mangiarne per Capodanno per una lunga vita insieme, simboleggia anche fecondità, consumato con la propria dolce metà, per festeggiare, magari, il prossimo anno in tre!

Altre tradizioni legate a simboli e usanze che a Capodanno non possono mancare:

Baciarsi sotto il vischio con la persona amata vi porterà amore per tutto l’anno. Il vischio è una pianta benaugurale che dona prolificità sia materiale che spirituale.

Brindisi aspettando il count down con bicchieri colmi di champagne o bollicine italiane freddissime. Il bon ton dice che il cin cin deve essere “virtuale” con i bicchieri all’altezza degli occhi, evitando di farli toccare. Ma per molti il brindisi non è tale senza in tinitinnio festoso tra baci, abbracci e un sonoro Buon Anno!

Lanciare i cocci a mezzanotte è l’usanza più caratteristica come rito di eliminazione del male, fisico e morale, che si è accumulato nell’anno trascorso. Diffusa in diverse parti d’Italia ed è ancora viva nelle grandi città come Napoli e Roma.

Indossare biancheria intima rossa. Si tratta di un modo per attirare i buoni auspici per il nuovo anno, d’obbligo un intimo color rosso sia per gli uomini che per le donne. Gli antichi romani lo indossavano come simbolo di sangue e guerra per allontanare la paura. Oggi è diventato un auspicio di fortuna per il nuovo anno.

I botti di Capodanno sono la manifestazione della volontà di allontanare le forze del male e gli spiriti maligni che si scatenano in un momento di passaggio dal vecchio al nuovo anno, dalla fine all’inizio del tempo. I “botti” oggi rappresentano anche l’allegria per l’arrivo del nuovo anno.

Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button