fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Sparatoria a Librino, morto un 46enne. Fermato il presunto omicida

Catania –  Ci sarebbe già un fermo per l’omicidio di Giovanni Di Bella, l’uomo di 46 anni ucciso durante una sparatoria davanti la porta di casa a causa, secondo le prime ricostruzioni, di una lite. SI tratta di Marino Alessio, classe ’96.

L’omicidio è avvenuto in viale Castagnola 2, nel quartiere di Librino. L’uomo è stato colpito da tre proiettili di pistola. Di questi, solo uno gli ha colpito il torace, procurandogli la morte. L’uomo, incensurato, è stato immediatamente soccorso ma è deceduto durante il trasporto all’ospedale. Sembra che alla base dell’omicidio, il litigio del figlio della vittima, un quattordicenne, con il fratello dell’assassino, suo coetaneo, a causa di una ragazza avvenuto proprio quel.

Il padre ed il fratello dei due contendenti, quindi, si sarebbero incontrati per un primo chiarimento che però è finito con pesanti accuse ed insulti. Il terzo incontro trai due, invece, sarebbe poi terminato con l’omicidio. Marino, infatti, avrebbe esploso il colpo di pistola, senza neppure dargli il tempo di difendersi, mentre Di Bella usciva dal suo palazzo probabilmente per recarsi a comprare il pane per la cena

I Carabinieri di Catania, che già nella notte hanno sottoposto all’esame dello STUB l’omicida, nel primo pomeriggio di oggi gli hanno notificato il provvedimento di fermo emesso dalla Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, coordinata dal Procuratore Capo Giovanni SALVI.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker