fbpx
NeraPrimo Piano

Spaccio al centro di Palagonia: in manette 5 persone

Trovati, oltre la droga, 55mila euro in contanti

Operazione dei carabinieri di Palagonia per il contrasto allo spaccio di stupefacenti. I militari hanno arrestato in flagranza cinque persone. Si tratta di Palica Giuseppe, classe 1979; Di Blasi Sebastiano, classe 1979 e Rizzo Enzo, classe 1981, mentre agli arresti domiciliari sono state condotte Tumasello Giuseppina Letizia, classe 1976 e C.R., classe 1980,

Le indagini sono state condotte tra il mese di agosto e quello di dicembre del 2016 e hanno portato alla luce un fiorente traffico di droga, costituito prevalentemente da marijuana e cocaina.

È stata rilevata una sorta di staffetta tra due dei principali responsabili del traffico, che quotidianamente, nel pomeriggio, si incontravano per darsi il cambio. Quello che subentrava rilevava materialmente lo stupefacente non ancora venduto ed i telefoni cellulari, intestati a cittadini stranieri, utilizzati per gli appuntamenti con i vari acquirenti.

Staffetta determinata anche dalle rispettive attività lavorative, che vedevano impegnato uno prevalentemente di mattina e l’altro di sera. In particolare, uno dei due, lavorando presso una concessionaria di autoveicoli, si muoveva liberamente sul territorio, cambiando spesso macchina ed effettuando numerosi spostamenti anche su Catania.

Un mercato fiorente

Il traffico, monitorato attraverso i numerosi recuperi operati nei confronti dei soggetti acquirenti e sulla scorta delle informazioni acquisite dalle attività tecniche, veniva valutato in mille euro di utile netto a settimana, per ciascuno dei tre principali soggetti.

L’attività aveva termine il 14 dicembre 2016, con l’arresto in flagranza di reato di uno degli organizzatori del gruppo, Di Blasi Sebastiano, trovato in possesso di diverse dosi di cocaina e marijuana e di un’autovettura di provenienza illecita.

Nel corso dell’odierna operazione, nelle abitazioni degli arrestati, ben occultati, venivano rinvenuti circa 55.000 euro in contanti, alcune dosi di marijuana, bilancini di precisione, materiale per il confezionamento dello stupefacente in dosi e numerosi telefoni cellulari, tutto sottoposto a sequestro.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button