fbpx
CronacheNews

Asse Calabria – Sicilia: spaccio nei rioni storici di Catania, 9 arresti I NOMI

486908_10208767756662067_454369898444509014_nCatania – 16 chili di cocaina, 500 mila euro e 9 arresti, tutti in famiglia. È il risultato delle indagini della Squadra Mobile che su delega della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 9 persone ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, con l’aggravante di cui all’art. 7 Legge 203/91 (cosca Cappello – Bonaccorsi) e di essere l’associazione armata.

Al centro di tutto il nucleo familiare dei Cambria dove operavano padre, figli e cognati. Sebastiano Cambria, insieme a Mario Gerbino, Santi Strano e Alessandro Di Benedetto, si occupava dell’approvvigionamento della droga, privilegiando il mercato calabrese grazie anche a rapporti con le ‘ndrine della piana di Gioia Tauro, e della commercializzazione negli storici quartieri di San Cristoforo e Zia Lisa. Strano, invece, al vertice della cosca Cappello Bonaccorsi, creava una copertura mafiosa che permetteva all’organizzazione di operare sul territorio senza essere disturbata e garantendo, soprattutto, gli introiti.

Orazio Conte, cognato di Cambria, gestiva le piazze di spaccio insieme ai nipoti e si occupava al pagamento degli stipendi dei detenuti.

Secondo le indagini, gli arrestati utilizzavano un linguaggio criptico per coprire le attività illecite, come “arancini”, “giubbotti” e “cartocciate”.

I nomi degli arrestati

  • Andrea Cambria (cl. 1963)
  • Santo Strano (cl. 1966)
  • Sebastiano Cambria (cl. 1973)
  • Alessandro Di Benedetto (cl. 1966)
  • Orazio Conte (cl. 1973)
  • Alfio Costa (cl.1972)
  • Giovanni D’Angelo (cl. 1981)
  • Mario Carmelo Cambria (cl 1986)
  • Mario Gerbino (cl. 1968)

12025_10208767741941699_3737215735545796138_n    10336637_10208767741821696_6708746461574266669_n      12523858_10208767756742069_9177260002035196664_n

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button