fbpx
Sanitá

Sottoposti a tampone gli operatori sanitari di Biancavilla e Paternò

Il Direttore dell'Asp di Catania chiarisce: "nessun allarmismo, nessun focolaio ma una normale attività di prevenzione"

Continua l’attività di screening per Covid-19 per gli operatori degli Ospedali di Biancavilla e Paternò.

All’Ospedale Maria SS.ma Addolorata di Biancavilla eseguiti, sino ad oggi, circa 200 tamponi, di cui i già refertati sono 124, tra questi 119 con esito negativo.

L’attività è iniziata anche al presidio ospedaliero SS.mo Salvatore di Paternò: effettuati 160 tamponi, dei quali si attendono gli esiti nelle prossime ore.

Non rientrano in questa attività i tamponi per l’infermiera e l’operatrice di una ditta esterna dell’Ospedale di Paternò, risultate positive, infatti, le operatrici erano assenti dal servizio dal 30 marzo.

Interviene Antonino Rapisarda, Direttore dell’Asp di Catania

«Abbiamo avviato un’importante attività di sorveglianza sanitaria a tutela degli operatori e della popolazione» informa il Dottor Antonino Rapisarda, Direttore sanitario dell’Asp di Catania.

Dunque, «nessun allarmismo, nessun focolaio, ma una normale, quanto determinata, attività di prevenzione per quella fascia di popolazione rappresentata dagli operatori sanitari.» fa sapere Rapisarda.

Tuttavia, il Dipartimento di Prevenzione ha già disposto i provvedimenti di isolamento domiciliare per i soggetti risultati positivi.

Inoltre, sono in fase di ricostruzione le linee dei “contatti stretti” per sottoporre a tampone eventuali altre persone.

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker