fbpx
CronacheNews

Sostare cerca nuovo direttore generale “fuori” dal Comune

“Sostare” non significa solo polemiche su multe e “parcheggi serali”: vuol dire anche professionalità. La migliore. Così, sotto il vulcano, mentre impazzano le polemiche sulla azienda partecipata, sul sito della stessa è arrivato l’avviso –con relativo bando- per la ricerca del direttore generale (scadenza per le domande il 16 febbraio prossimo). Che dovrà prendere il posto di Giacomo Scarciofalo, l’ex segretario della Cgil, licenziato qualche mese fa.

Chi sarà il nuovo manager? Lo stabilirà una procedura concorsuale, con esame pratico e/o teorico: insomma, sarà un “esterno”. Invece, magari di ricorrere a risorse interne, anche al complesso della macchina amministrativa del comune, si fa un bando. Per un contratto di cinque anni, molto oneroso, vista anche le responsabilità generali e gestionali di una azienda che opera in una realtà difficile.

Bando sostare

“Sostare” è in passivo –si parla di circa centomila euro- e il suo bilancio, da un paio di anni, è in rosso. Tanto che da tempo sarebbe pronta la proposta ai lavoratori di un contratto di solidarietà. Che saranno certamente solidali con il nuovo direttore generale, lavorando nella stessa azienda, magari con qualche leggerissima differenza di compenso.

Tags
Mostra di più

Marco Benanti

45 anni, ex operaio scaricatore alla base di Sigonella, licenziato in quanto “sgradito” al governo americano per “pensieri non regolari”, ex presunto “biondino” dell’agenzia Ansa, ex giocatore di pallanuoto, ex 87 chili. Soggetto sgradevole, anarchico, ne parlano male in tanti, a cominciare da chi lo ha messo al mondo: un segno che la sua strada è giusta. Ha, fra l’altro, messo la sua firma come direttore di tante testate, spesso solo per contestare una legge fascista di uno Stato postfascista che impone di fatto un censore ad un giornale (e in molti hanno, invece, pensato che lo ha fatto per “mettersi in mostra”). E’ da sempre pubblicista, mai riconosciuta alcuna pratica per professionista, nemmeno quelle vere. Pensa di morire presto, ma di lui – ne è certo- non fregherà niente a nessuno. Nemmeno a lui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker