fbpx
Cronache

Richiesta di sospensione del Trasporto Pubblico Locale

Sono sospese con effetto immediato e per cause di forza maggiore le corse delle linee urbane ed extraurbane.

Lo chiedono alla Regione siciliana le associazione datoriali del Trasporto Pubbico Locale Asstra e Anav e i sindacati dei Trasporti Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Faisa Cisal e Ugl Trasporti alla luce dell’emergenza epidemiologica in atto.

Infatti, alla luce dell’ultimo decreto del Consiglio dei Ministri e dell’automatica riduzione della domanda di trasporti si è deciso di procedere in tal senso.

La richiesta si è basata sulla lettura del punto 5 del DPCM che assegna alla Regione la facoltà di sospendere i servizi di Tpl e per garantire la salute degli autisti e dei cittadini utenti.

Inoltre, nella giornata di ieri si è tenuta una riunione delle associazione datoriali con i sindacati di categoria, incontro che ha visto la compilazione di un documento congiunto.

Nell’atto, associazioni datoriali e sindacati hanno preso l’impegno congiuntamente al Presidente della Regione e dell’assessore ai trasporti che nessun taglio sarà effettuato alla spesa per i servizi di trasporto pubblico locale urbani ed extraurbani automobilistici e tranviari.

La nota congiunta mette in luce come sia ormai divenuto indispensabile attuare delle soluzioni di emergenza.

Dunque, la sospensione dei servizi di trasporto pubblico locale urbani ed extraurbani automobilistici e tranviari per il periodo di permanenza dell’emergenza sanitaria.

Chiaramente ciò non provocherà la riduzione del corrispettivo contrattuale permettendo alle aziende il mantenimento delle retribuzioni ai lavoratori.

Tuttavia venendo meno i ricavi da traffico, devono essere reperite risorse per coprire i costi fissi sostenuti anche in assenza di esercizio.

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker