fbpx
CronachePrimo Piano

Sospeso servizio soccorso veterinario del comune, ma è fake news

Da inizio agosto, sui social sta circolando la notizia che il servizio di soccorso sanitario del comune di Catania sia stato sospeso.

Una notizia gravissima che ha suscitato un’ondata di indignazione negli utenti animalisti e non solo. Il fatto che le ambulanze veterinarie possano non aiutare più gli animali bisognosi ha dato il via a “fantasiose” soluzioni su come smuovere gli animi.

Principale colpevole di ciò che sta accadendo sarebbe l’amministrazione comunale, sorda agli appelli.

Una fake news a metà

Tuttavia questa notizia che circola in rete è una fake news a metà.

È vero che l’associazione a cui il comune si appoggiava per il soccorso sanitario ha sospeso il servizio. Non è vero, invece, che l’attività di soccorso veterinario è stato sospeso.

A confermarlo è l’assessore agli Animali del comune di Catania, Fabio Cantarella.

“Il motivo per cui la prima associazione ha sospeso il servizio è perché non veniva pagata da 7 mesi – spiega l’assessore – Nonostante questo il servizio non è mai stato sospeso. Il comune si è rivolto ad altre associazioni in grado di svolgere il compito. Proprio in questi giorni, siamo intervenuti per alcune chiamate di soccorso”.

In futuro, ha rassicurato, dovrebbe esserci una gara per affidare il servizio dato che, fino ad ora, non esisteva alcuna convenzione. “I tempi, però, non saranno brevi. Il dirigente si è appena insediato e la situazione che abbiamo trovato è più complicata del previsto”.

Cosa prevede la legge

La legge prevede che, davanti ad una chiamata di soccorso veterinario i primi ad intervenire siano le forze dell’ordine. Nel caso del comune di Catania, la Polizia Municipale. Saranno loro che, dopo una prima ispezione e rilevata la necessità, chiameranno i servizi veterinari.

Le forze dell’ordine sono obbligate a dire intervenire sia in caso di animale ferito, sia in caso di sospetto abbandono o smarrimento dell’animale.

Nessuna associazione dunque potrà intervenire senza questa chiamata, poiché non possiedono canili o stalli dove ospitare l’animale.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button