fbpx
LifeStyle

SOS presentazione tramite slide: qualche dritta!

Power point è ormai da tempo uno strumento di comunicazione irrinunciabile, visto che sia a livello accademico che nel business sono richieste con sempre maggiore frequenza presentazioni tramite slide. Andiamo dunque a illustrare come elaborare una presentazione power point valida, che catturi l’attenzione del pubblico tanto dal punto di vista contenutistico quanto dal punto di vista visivo.

Tenere bene in mente lo scopo finale e il pubblico

Innanzitutto dobbiamo considerare lo scopo della presentazione e la tipologia di pubblico a cui è destinata, per scegliere la veste grafica ideale delle slide e le modalità di esposizione dei concetti in esse contenuti. Una presentazione in ambito universitario differirà notevolmente da una presentazione aziendale. Per riportare un esempio ricorrente, anche nel caso di una presentazione aziendale dovremo distinguere tra una mera, brillante
rappresentazione della compagine imprenditoriale (storia, dipendenti, prodotti principali) ed una presentazione volta a dettagliare uno specifico progetto di investimento, magari atto a procacciarsi un finanziamento da una platea investitori in vigile ascolto.

In ogni caso per iniziare vanno definiti lo sfondo delle slide e le tonalità, che dovranno essere fisse per tutta la presentazione. Questa scelta ovviamente può essere cambiata in corsa, tuttavia una modifica in tal senso può implicare un cambiamento strutturale di tutta l’architettura della presentazione (che è influenzata in modo decisivo da sfondo e tonalità): uno sforzo considerevole, evitabile con una riflessione iniziale ben ponderata e a cui
dedicare il giusto tempo.

Scelta delle slide in base al contenuto

In seconda battuta, va scelta la tipologia / le tipologie di slide da adottare, tra le varie che offre PPT di default e/o personalizzandone l’impostazione. Tale preferenza deve essere dettata specialmente da: argomento esposto, numero di slide previste, quantità di testo e di immagini. Il contenuto deve essere esposto in modo esaustivo e limpido, lineare e sintetico. Le caselle di testo, disposte strategicamente e con una logica gerarchica, non devono essere ridondanti, le frasi brevi, i concetti salienti evidenziati, ma non in modo eccessivamente aggressivo.

È bene sapere che l’aspetto scenografico della presentazione rappresenterà un fattore chiave di successo: tutte le statistiche infatti sono concordi nell’affermare che la soglia di attenzione tende ad abbassarsi bruscamente se la mente non viene stimolata in modo continuativo. Una particolare attenzione dunque va posta alla selezione delle immagini, alla loro grandezza ed alla posizione in cui vengono inserite.

Usare le infografiche

Mostrare statistiche e dati può rivelarsi tanto un enorme valore aggiunto quanto un aspetto particolarmente delicato di una presentazione. Spesso è una necessità ineluttabile. Fondamentale è coniugare esattezza e precisione con una veste grafica che non appesantisca eccessivamente la diapositiva, alienandosi l’attenzione del pubblico. È
opportuno dunque giovarsi di uno dei numerosissimi strumenti grafici che PPT messe a disposizione degli utenti: grafici a torte, a barre, ad area, grafici combinati e tabelle.

A seconda della tipologia e della mole di dati da rappresentare va effettuata la scelta più congrua, valutando in primis correttezza, semplicità ed immediatezza della rappresentazione.

Una soluzione particolarmente efficace per delle presentazioni professionali, al fine di ottimizzare i tempi di lavorazione e avvalersi di una fonte certa, può essere la consultazione di iCRIBIS, un sito dove è possibile trovare molti dati utili sulle imprese. iCRIBIS, infatti, funge da vera e propria banca dati online per fatturato degli ultimi bilanci d’esercizio approvati, informazioni commerciali, scoring, gestione dei fornitori e dei pagamenti.

Power point offre da tempo la chance di impreziosire la propria presentazione con elementi di smart art, collegamenti ipertestuali, world art, video, transizioni, animazioni, effetti (a cascata, a morsa, sfumato, per citare i più noti).

La smart art può essere facilmente impiegata, nei suoi schemi più user friendly, per rappresentare con immediatezza concetti anche di una certa complessità. Il consiglio generale è di sfruttare tutte le opportunità offerte da PPT, a seconda della propria esperienza, ma senza mai strafare.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker