EventiIntervistePrimo Piano

Simone Bianchi rivitalizza Gammazita – VIDEO

Simone Bianchi, matita di punta della Marvel, ricostruisce il mito di Gammazita per Etna Comics. L’illustrazione, manifesto dell’appuntamento più atteso in città, chiude la trilogia dei miti catanesi rivisitati nelle ultime edizioni. Mentre l’opera originale è esposta al padiglione F1 in sala Galatea, i lavori dell’illustratore sono in mostra al secondo piano del padiglione E4 dove L’Urlo incontra l’autore.

L’intervista

L’idea di allestire uno spazio dedicato al percorso artistico di Simone Bianchi nasce lo scorso anno difronte un caffè. A raccontarlo è lo stesso illustratore che non perde l’occasione per ringraziare Antonio Mannino, patron di Etna Comics. Commissionando “Gammazita”, Mannino ha infatti offerto a Simone Bianchi la possibilità di mettere mano a un primo soggetto femminile, espressione di valori e ideali insiti nella cultura catanese e nell’indole dei suoi abitanti. Caratteri che Simone Bianchi riesce a rappresentare e rievocare attraverso l’arte visiva rivitalizzando il mito femminile della città di Catania in una interpretazione più contemporanea.

Gammazita, stando alla leggenda ricondotta intorno al 1278, rappresenta il patriottismo e la ribellione del popolo siciliano alla sottomissione. Ma anche il fascino, la passione e l’onore delle donne catanesi.

La poesia popolare anonima dedicata a Gammazita

Tu di lu cori sì la calamita

Tu del cuore sei la calamita

La mia palora non si cancia e muta;

La mia parola non cambia, né muta

Ti l’hè juratu e ti saroggiu zzita,

Ti ho giurato e ti sarò fidanzata

Chista mè porta ppi l’autri è chiujuta:

Questa mia porta per gli altri è chiusa

Cala li manu si mi voi pi zzita,

Non toccarmi se mi vuoi fidanzata

l’ura di stari ‘nzemi ‘un è vinuta:

L’ora di stare assieme non è ancora giunta:

si cchiù mi tocchi, comu Gammazita,

se ancora mi tocchi, come Gammazita

Mi vidi ‘ntra lu puzzu sippilluta

Mi vedrai nel pozzo seppellita

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.