Senza categoriaSport

Sicula Leonzio-Acireale 1-0 (2-4 dopo i calci di rigore): le dichiarazioni post gara

Un compatto Acireale in inferiorità numerica per oltre settanta minuti, resiste alla Sicula Leonzio e, nonostante la sconfitta per 1-0 maturata nei novanta minuti regolamentari, ottiene la qualificazione ai calci di rigore, effettuati in virtù dell’assoluta parità complessiva di 1-1 accumulata nel doppio confronto fra andata e ritorno. La cronaca della sfida ha raccontato di una Sicula Leonzio padrona del campo per buona parte della gara e di un Acireale bravo a contenere.

Intervistati nel dopo gara, i due allenatori hanno commentato l’incontro odierno. Ecco di seguito le dichiarazioni rilasciate dall’allenatore dell’Acireale Ezio Raciti:

<<Si tratta di una qualificazione sicuramente sofferta e non poteva essere diversamente dato che fra andata e ritorno abbiamo giocato quasi una partita e mezza con l’uomo in meno. Poi abbiamo giocato contro la migliore squadra di questo campionato, con giocatori importanti ed attrezzata per fare bene. Insomma, secondo me non è uno scandalo aver sofferto contro la Leonzio. Si tratta di una qualificazione importante quanto meritata. Espulsione di Contino? Non credo che il gesto di Contino sia stato volontario, si è trattato di un normale scontro di gioco, ma l’arbitro ha deciso per l’espulsione. Gara con l’uomo in meno? Anche con l’uomo in meno, abbiamo saputo tenere bene il campo perchè siamo stati molto ordinati ed aggressivi. Siamo stati ottimi nella fase di non possesso ed abbiamo rischiato il giusto, anche se era normale concedere qualche occasione da rete ad una squadra come la Leonzio. Mercato? A questa squadra non manca niente, ma se il presidente D’Amico ed il direttore Palma ritengono che manchi ancora qualcosa, ulteriori arrivi saranno ben accolti. Finale contro il Mazara? Per adesso non ci pensiamo. Siamo proiettati solo al derby di sabato contro il Giarre, dove giocheremo su un campo insidioso contro una squadra altrettanto insidiosa. I tifosi? I nostri tifosi sono stupendi. Loro ci sono sempre ed oggi sembrava come giocare in casa talmente si sono fatti sentire. La nostra tifoseria è degna di categorie superiori perchè oggi hanno dimostrato grande attaccamento. Squadra in crescita? Diciamo che questa squadra ha attraversato molti problemi come gli infortuni. Tuttavia, nel complesso abbiamo perso solo una volta in ventidue gare ufficiali fra campionato e Coppa Italia. Abbiamo perso solo a Modica, ma per il resto questa è una squadra attrezzata per fare bene>>.

Intervistato nel post partita, l’allenatore della Leonzio Seby Catania ha commentato l’eliminazione dalla Coppa Italia della sua squadra:

<<Senza dubbio usciamo immeritatamente da questa competizione. Abbiamo fatto una grandissima partita e meritavamo la qualificazione in finale, però si sa che i rigori sono sempre una lotteria e ci è andata male. Tuttavia, sono molto soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi ed usciamo a testa alta dalla Coppa Italia. Continuiamo per la nostra strada, anche perchè se siamo primi in classifica, una posizione non prevista ad inizio stagione, è grazie al lavoro impeccabile di questa società, senza dimenticare che ciò che i miei ragazzi finora hanno fatto, è qualcosa di straordinario. Sono orgoglioso di essere l’allenatore di questo gruppo. Superiorità numerica non sfruttata? Da questo punto di vista non recriminiamo semplicemente perchè abbiamo creato molte occasioni da rete. Potevamo recriminare qualora non avessimo creato molte occasioni da rete. Non credo che il problema sia stata la superiorità numerica perchè noi a Troina in dieci uomini abbiamo vinto. L’uomo in più o in meno non cambia molto. Siamo stati solo imprecisi e sfortunati nelle occasioni da rete che abbiamo creato. L’Acireale? Anche se loro hanno tenuto bene il campo, noi abbiamo ugualmente creato le nostre occasioni da rete. In attacco non hanno fatto nulla, ma restano una grande squadra. Campionato? Secondo me siamo noi la vera sorpresa di questo campionato perchè con grande lavoro siamo arrivati in testa al campionato, mentre inizialmente questo non era nei nostri programmi. Adesso dopo questo calciomercato che ha rafforzato un gruppo già forte, siamo in condizione per lottare al vertice insieme ad Acireale, Igea Virtus, Acireale, Rocca Capri Leone e Palazzolo. Si tratta di un campionato livellato verso l’alto dato che ci sono sette squadre nel giro di cinque punti>>.

Fonte foto: Franco Barbagallo.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.