fbpx
CronachePrimo Piano

Il Governo accoglie le proposte della Sicilia: da lunedì aperti parrucchieri, bar e ristoranti

Un ritardo rischiava di far saltare le riaperture per tutti gli imprenditori siciliani, impazienti di poter tornare a lavoro dopo due lunghissimi e difficili mesi.

Ma ieri sera, dopo una complessa trattativa, è arrivato l’ok dal Governo: Roma ha finalmente condiviso le proposte contenute nel documento unitario delle Regioni. Da lunedì 18 maggio, dunque, apriranno:  lee attività del commercio al dettaglio, i servizi alla persona quali parrucchieri ed estetisti, i bar e la ristorazione.

«Per le altre attività. il governo non ha dato il disco verde, ma contiamo, noi governatori, di ottenere, già nelle prossime ore, la necessaria autonomia per decidere su ulteriori riaperture», afferma il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Adesso un altro problema si palesa all’attenzione dei governatori: il protocollo Anail senza il quale sarebbe impensabile procedure con le riaperture.  Il governo, infatti, sarebbe più propenso a spalmarlo su tutto il territorio nazionale. Una tale decisione porterebbe un inevitabile squilibrio tra le categorie di lavoratori.

Tra i nodi da sciogliere il settore balneare

Si avvicina l’estate, e con essa, anche le problematiche legate al ritorno in spiaggia.

«Alcuni operatori balneari – prosegue Musumeci – dicono che l’applicazione rigorosa delle indicazioni dell’Inail rendono assolutamente inutile la riapertura. Una distanza di tre quattro-metri tra un ombrellone e l’altro può sembrare ragionevole. Il tema è: una volta arrivati al mare chi pensa a fare mantenere le distanze? La spiaggia libera è davvero un problema e sarebbe un onere pesante per i Comuni farsi carico della gestione. Ma c’è il rischio che senza vigilanza si possa vanificare ogni regola di cautela».

Possibile via libera ai centri commerciali?

Catania è ricca di centri commerciali. In uno spazio così vasto come sarà possibile riaprire senza il rischio di creare assembramenti?

Si vocifera che saranno adottati gli stessi provvedimenti attualmente in vigore nei grandi ipermercati, ossia la presenza di personale all’ingressi che possa regolare i flussi. Scontato l’obbligo di indossare la mascherina.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker