fbpx
CronachePrimo Piano

Sicilia, Musumeci: “Prossima settimana decisiva per uscire o meno dalla zona rossa”

Stamane, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci ha incontrato i 9 prefetti dell’Isola esortandoli a intensificare ancora di più i controlli nelle diverse provincie siciliane al fine di punire i trasgressori e prevenire una diffusione capillare dell’infezione. Il Governatore inoltre, rende noto che la prossima settimana può essere quella decisiva per uscire dalla “zona rossa” oppure serrare ancora di più l’Isola con la stretta totale del lockdown. Il Presidente siciliano, evidenzia, inoltre, che la svolta dipende dalla condotta singola e collettiva dei siciliani richiamando ciascuno alla propria responsabilità.

Osservanza delle misure fino al 31 gennaio

Musumeci, quindi, in sinergia con i prefetti ricorda che la cittadinanza siciliana è chiamata all’osservanza delle misure di contenimento previste dall’ordinanza che ha istituito in Sicilia, fino al 31 gennaio. «Ciò nonostante- afferma Musumeci- registriamo una mobilità, che riguarda principalmente le tre aree metropolitane e che, da molteplici e ripetute segnalazioni, spesso non corrisponde alle esigenze di lavoro, necessità e salute, previste dall’ordinanza in vigore. A fronte di decine di migliaia di operatori commerciali che mantengono chiusi i propri esercizi nel rispetto delle regole e di milioni di siciliani che fanno altrettanto restando a casa, sono purtroppo tanti, troppi i casi di inosservanza che restano impuniti».

«Faccio perciò appello ai prefetti a disporre maggiori e più capillari operazioni di controllo, da effettuare con l’ausilio delle forze dell’ordine, della polizia locale e del contingente dell’esercito impegnato nell’operazione “Strade sicure”, per consentirci di essere, alla fine del mese, fuori dalla zona rossa imposta non dal presidente della Regione ma da valori di contagio che purtroppo restano preoccupanti. Il mio compito – ha concluso il governatore – non è agire con l’occhio al termometro del consenso popolare ma scongiurare la conta tragica delle tante vittime di ogni giorno».

G.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button