fbpx
EconomiaNews

Sicilia al tracollo: tra l’indebitamento e i prelievi di Roma Ladrona

Nel 2014 il Prodotto Interno Lordo (PIL) regionale è calato del 2 per cento rispetto all’anno precedente, il dato emerge dalla relazione sulla situazione economica della Regione siciliana. Dal 2008 al 2014 la ricchezza prodotta nell’isola è crollata vertiginosamente fino a perdere 15 punti percentuali di Pil.

L’indebitamento finanziario supera gli 8 miliardi di euro e sul Bilancio 2016 dell’isola pesa un ‘buco’ di 3 miliardi e mezzo di euro frutto dei prelievi operati dal governo nazionale per il tramite dell’assessore all’economia – imposto da Roma – Alessandro Baccei. Dal 2013 ad oggi tagli da 1 miliardo e 100 milioni di euro all’anno.

I “prelievi” nazionali sono come un macignio per l’isola che ricade soprattutto sulle spalle dei Comuni che quest’anno non hanno ancora ricevuto un solo euro dei 550 milioni di euro che la Regione dovrebbe trasferire agli stessi Comuni dell’Isola. A rischio gli stipendi dei dipendenti comunali e Baccei, in tutto questo, allarga le braccia.

Il governatore Crocetta per rendersi attivo, quando è scoppiato il caso dell’intercettazione, ha completato la riforma delle Province – l’unica attività del quale si è reso concretamente protagonista da quando ha iniziato il suo mandato – istituendo tre città metropolitane e sei Consorzi di Comuni. Ma con quali risorse finanziarie dovranno operare questi nove soggetti?

C’è di più, il governo nazionale con la scusa che la Sicilia non ha una propria Agenzia delle Entrate – ha già trattenuto alla fonte circa 60 milioni di Euro di IMU agricola. Gli agricoltori siciliani non hanno mai pagato l’IMU. Era lo Stato a rifondere i circa 60 milioni di Euro. Ma Roma, per quest’anno, a deciso di trattenere.

[foto in evidenza da insertosatirico]

 

Tags
Mostra di più

Fabiola Foti

36 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 18 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente addetto stampa del NurSind Catania, sindacato delle professioni infermieristiche. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker