fbpx
Cronache

Si rifiuta di andarci a letto e lui tenta di strangolarla: 54enne arrestato

Ha tentato di strangolare la compagna “colpevole” di rifiutare un rapporto sessuale con lui: con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, è finito in manette un 54enne di Misterbianco con precedenti penali. 

Da oltre due anni la donna, una 34enne di origini romene, conviveva con l’uomo e i figli di quest’ultimo, entrambi minorenni. Purtroppo la relazione è stata turbata dal carattere irascibile dell’uomo il quale, roso anche dalla gelosia, dovuta soprattutto per la differenza d’età, nonché dall’abuso di sostanze alcoliche, più volte le aveva usato violenza fisica e psicologica, minacciandola di morte: «Ti ammazzo, ti scanno, ti sparo» e mostrandole anche una pistola.

L’ultimo episodio la scorsa notte quando, sotto l’effetto dell’alcol, prendendo come pretesto il rifiuto della donna a soggiacere ad un rapporto sessuale, il violento, dinanzi il figlio 13enne, ha prima distrutto delle suppellettili di casa per poi aggredirla fino a cingerle le mani al collo nel tentativo di strangolarla. La vittima è riuscita a svincolarsi e fuggire in strada.

Sul posto, su richiesta telefonica della donna, è intervenuta una pattuglia della locale Tenenza che, dopo averla rassicurata, ha avuto accesso nell’abitazione all’interno della quale ha trovato l’uomo in chiaro stato di alterazione psicofisica. I militari, dopo aver notato la parte di mobilio che il maltrattante aveva danneggiato, hanno, previa perquisizione, rinvenuto e sequestrato una pistola a salve cal. 9, marca Bruni, modello 92,
munita di tappo rosso, serbatoio e otto proiettili.

La poveretta è stata visitata dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale Garibaldi centro che le hanno riscontrato delle “contusioni di sedi multiple nonché una contusione al collo e alla regione lombosacrale”.

Mentre la donna si è trasferita immediatamente in un’altra abitazione fuori provincia, l’uomo, assolte le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button