fbpx
FoodGossipLifeStyle

Sharon Stone in cucina da Filippo La Mantia

Un abito fascinate bianco, inserti di pizzo nero, due fili di perle, un sorriso ammaliante e uno sguardo che non si dimentica. Avvistata Sahron Stone da Filippo La Mantia, presso il suo ristorante Oste e Cuoco, a Milano. Il cuoco stellato siciliano apre le porte della sua cucina alla bellissima attrice hollywoodiana, che ha voluto vedere il dietro le quinte, il centro pulsante della creatività culinaria, dove si creano prelibati piatti.
Il cibo crea relazioni, legami, allarga le conoscenze, e Filippo La Mantia questo lo sa bene: “ Il mio ristorante è una proiezione di Pantelleria”  ha dichiarato più volte. Comfort, profumi colori e atmosfere tipicamente siciliane. Immancabili i cannoli a colazione, l’aperitivo con panelle croccanti appena fatte. A tavola cous cous e caponata, ma tutto rigorosamente senza aglio, cipolla o scalogno, il soffritto è bandito, lasciando spazio ai pesti di agrumi.
 “Quello con la cucina è un rapporto sentimentale. E io non tradisco.” …
  In questo caso il cibo ha conquistato il cuore e il palato dell’attrice ed è semplicemente Siciliano, che è meglio! 

Fonte foto homepage Facebook di Filippo La Mantia

Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button