fbpx
CronachePrimo Piano

Sgomberato il centro sociale Colapesce -VIDEO

Il centro sociale Colapesce, sito nella zona della pescheria di Catania, è stato sgomberato.

L’operazione è iniziata alle prime luci dell’alba. La polizia ha fatto irruzione all’interno dello stabile, saldando un cancello. Al momento, gli agenti presidiano ancora la zona. Intorno all’edificio, però, si sta formando pian piano una folla di giovani e residenti per i quali il Colapesce rappresentava un punto di riferimento.

«Noi siamo stati avvertiti da alcuni abitanti del quartiere e siamo accorsi sul posto. Celere schierata, decine di unità della Digos, un nuovo cancello saldato davanti il portone d’ingresso… Tutto ciò non ci basta però per arrenderci. Invitiamo tutte e tutti ad accorrere e presidiare insieme a noi davanti il nostro CPO dove terremo un presidio permanente. Uno sgombero non ci fermerà, vi aspettiamo!», si legge sulla pagina Facebook dell’organizzazione.

Cosa c’è dietro lo sgombero del Colapesce?

Da Palazzo degli Elefanti, l’assessore Fabio Cantarella spiega ai microfoni della nostra redazione le motivazioni che hanno portato a procedere con l’operazione di sgombero.

«A monte vi è un provvedimento ministeriale, firmato del ministro Salvini che supera ogni competenza comunale. Il decreto in oggetto chiede massima attenzione alle Prefetture sugli sgomberi. Una prima attività di ricognizione ha permesso di ricostruire tutti questi immobili occupati e di valutarne finalità sociali di ogni centro. Alla luce di questa analisi si è elaborato un programma sulle iniziative da adottare in fase di sgombero. Dunque si sta procedendo secondo un calendario ben preciso. Credo nei quartieri in cui c’è bisogno di attenzione al sociale ci debbano essere dei meccanismi controllati dal pubblico, incentrati su trasparenza e sicurezza. Quest’ultimo è un punto molto importante: spesso in questi immobili non c’è sicurezza né igiene. Quindi dobbiamo fare in modo di essere in condizioni di offrire ai nostri concittadini spazi che siano dignitosi e che possano raccogliere le loro esigenze sociali», dichiara l’assessore.

Al momento è in atto un sit-in di protesta dinanzi al CPO Colapesce.

E.G.

LEGGI ANCHE:

Circolare Salvini. Gli immobili a rischio sgombero a Catania

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.