fbpx
CronacheNews

Sferra un pugno alla madre per una ricarica telefonica. Fermato dai CC

Catania –  Ha colpito in pieno viso la madre ultrasettantenne per avere una ricarica telefonica di 10 euro. I carabinieri, dopo una breve colluttazione lo hanno arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

Il fatto è accaduto al terzo piano di un palazzone di viale Nitta, a Librino, dove i due genitori per anni hanno subito le violenze e le minacce del figlio 40enne. La madre, dopo essere stata colpita con un pugno, ha chiamato il 112. I militari, entrati in casa, hanno trovato la poveretta con il volto tumefatto ed il marito terrorizzato per l’accaduto. L’aggressore, nel frattempo, si è barricato nella sua stanza da letto dove i militari dopo una breve colluttazione, lo hanno arrestato trovandogli in tasca un giravite utilizzato per intimidire il padre accorso in difesa della moglie.

Seppur ammanettato ha minacciato i Carabinieri proferendo una tipica frase catanese “vi stacco la testa come le masculine”.

Nel frattempo la donna, accompagnata all’Ospedale Vittorio Emanuele, viene medicata e giudicata guaribile in una decina di giorni.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker