fbpx
CronachePrimo Piano

Servivano cibo avariato ai clienti: sequestrati noti ristoranti e 5 denunce

Cibo scaduto o in pessimo stato di conservazione servito ai clienti ed allaccio abusivo alla rete elettrica: sono questi i risultati dell’operazione “Apocalypse Food” che ha portato al sequestro di diversi ristoranti. 

Le indagini, a cura del commissariato di polizia centrale, hanno disvelato un vero e proprio sistema di violazione delle più elementari regolare per la salvaguardia della salute pubblica. La polizia, unitamente agli equipaggi del reparto prevenzione crimine, della divisione polizia amministrativa, dei cinofili e della scientifica ha perquisito ben otto locali. Tra questi tre ristoranti, un minimarket e quattro depositi abusivi. Quest’ultimi, adoperati per il ricovero e lo smistamento di merci non idonee al consumo.

I nomi

“Il Cantiniere”, “Il Nerello” e “Filumena”: sono questi i ristoranti sottoposti a sequestro preventivo e chiusi al pubblico. I ristoratori, al fine di depistare i controlli, manipolavano le etichette sui prodotti privi, inoltre, di tracciabilità. Tale sistema ha permesso di servire ai clienti cibi scaduti, adulterati e in pessimo stato di conservazione. Gli agenti hanno sequestrato anche  pasta, carne, salumi, prodotti ittici, tra cui il salmone, scatolame, farina, olio, vini, bibite e liquori.

Le stesse accuse sono rivolte anche ad minimarket in viale della Libertà ed a quattro depositi ad essi collegati, ora sequestrati. Denunciate, inoltre, cinque persone per adulterazione, contraffazione di sostanze alimentari, commercio di sostanze alimentari contraffatte o adulterate, frode in commercio, ricettazione, violazione dei sigilli e furto aggravato di energia elettrica.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker